VENAFRO – Crisi politica, l’ex amministratore Atella: “Niente rattoppi, tutti a casa”

eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

VENAFRO . Dall’ ex amministratore del Comune di Venafro, Tonino Atella, riceviamo la seguente nota relativa alle ultime vicende municipali cittadine:

“La crisi al Comune di Venafro fa andare col pensiero ai “rattoppi”, alle ricuciture di un tempo di vasi, recipienti e piatti di terracotta o ceramica delle case delle nostre nonne. Non potendo comprarne di nuovi date le esigue economie familiari dei decenni andati, le nonne di una volta prendevano il piatto, il recipiente o il vaso rotto o lesionato e andavano dall’artigiano preposto, in dialetto venafrano detto “ i’ cucciar’ “, ossia colui che rimetteva assieme i cocci aggiustandoli. L’uomo lavorava con impegno e sagacia, ed alla fine riconsegnava l’oggetto tornato bello e funzionante, ma solo in apparenza e per un periodo limitato. L’oggetto casalingo era pur sempre rattoppato, ricucito e come tale con crepe e lesioni ben visibili e tali da tornare a spaccarsi da un momento all’altro. Erano cioè rimedi parziali e non definitivi, tanto che tempo qualche mese e il piatto, il vaso o recipiente simile tornava a spaccarsi e finiva gettato definitivamente tra i rifiuti, non essendo più utilizzabile e buono a nulla ! Con le dovute proporzioni e cautele, è esattamente la situazione appena ufficializzata al Comune di Venafro, con quattro membri della maggioranza (il vicesindaco Ricci, gli assessori Valvona e Tommasone ed il consigliere Iannacone) che hanno disertato l’ultima assise municipale, ribadendo le insistenti e ricorrenti voci di dissenso, spaccatura e contrasti (solo gli sprovveduti non vi avevano dato credito !) e di fatto aprendo la crisi politica comunale. Adesso, e torniamo a “ i’ cucciar’ “ di un tempo, si tenterà di ricucire, di rimettere assieme i cocci, nell’immediato forse ci si riuscirà anche data la predisposizione generalizzata a non mollare presa, scanno, carica ed emolumenti, ma sarà pur sempre una ricompattazione raffazzonata, alla meglio, giusto per tirare avanti. Nella sostanza le crepe resteranno profonde ed evidenti, esattamente come avveniva per piatti, vasi ed altri recipienti di terracotta o ceramica delle nostre carissime nonne, ed alla prima occasione torneranno a manifestarsi frantumando definitivamente ciò che era stato rimesso assieme alla meglio. Siffatta premessa quale opportuna e doverosa fotografia della situazione oggi di fatto al Palazzo di Città di piazza Cimorelli. Dissapori evidenti, contrasti profondi, crepe reali, divergenze programmatiche e necessità più che doverosa di prenderne atto ed agire di conseguenza. E’ in ballo il futuro di Venafro, cosa nient’affatto da poco, e se è vero com’è vero che all’atto delle candidature del 2013 ci si era impegnati a garantire la migliore amministrazione cittadina nell’interesse collettivo, oggi che tale premessa traballa occorre comportarsi responsabilmente, facendosi da parte per il bene della città. Del resto alla base del governo comunale corrente c’erano “mine” assai risapute : le anime politiche diverse, differenti e contrapposte della coalizione al governo, composta da destra, sinistra, centro, indipendenti, autonomi ect. e messa assieme all’occorrenza pur di arrivare al governo della città. Mancavano cioè alla base prospettive e certezze reali. Sono bastati due anni ( ma anche meno, essendo i dissapori in piedi da mesi … ) perché si avesse la conferma di tutto questo ed oggi siamo al “ redde rationem “ ! Si prenderà atto di crepe, divergenze irrisolvibili e di tutto quanto in pentola ? I venafrani della strada se lo augurano tantissimo, non importa se qualcuno ( è come se già s’intravedesse … ) vorrà mettersi a fare “ i’ cucciar’ “ nel tentativo di rimettere assieme cocci andati in frantumi da un bel pezzo.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
panettone di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
panettone di caprio
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: