COMUNALI 2015 – A Pozzilli è il “quorum” l’unico avversario della Passarelli, mentre a Sesto Campano la vittoria sarà più sudata

pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

COMUNALI 2015 – Pozzilli e Sesto Campano si avvicinano a grandi passi ai rinnovi dei rispettivi consigli comunali, adempimento in calendario il prossimo 31 del mese in corso. Presentate le liste, è adesso tempo di strategie ed iniziative per convincere gli elettori ed avere la loro fiducia nella cabina elettorale.

A Pozzilli il discorso è particolare ed assolutamente nuovo per la comunità del posto, essendo stata presentata una sola lista, quella capeggiata da Stefania Passarelli, la quale praticamente correrà da sola. L’assenza di altri aspiranti alla carica sindacale e quindi di altri pretendenti agli scanni consiliari non è però un vantaggio certo per la donna ed il suo entourage. Perché la votazione del prossimo 31 maggio e quindi le stesse elezioni siano valide occorre infatti che si rechi a votare la metà più uno degli aventi diritto, ossia 1.158 elettori sul totale di 2.315 che alla data del 31 maggio prossimo dovrebbe essere il totale degli aventi diritto tolte le persone ultimamente scomparse. La Passarelli e i candidati consiglieri devono quindi sperare che votino almeno in 1.158 perché la votazione sia valida e possano sedersi in consiglio ed amministrare il Comune. Se tanto non avvenisse, ma in loco si punta a superare di slancio tale ostacolo, le elezioni stesse verrebbero invalidate e per le porte municipali si aprirebbe la gestione commissariale. Un evento comunque che a Pozzilli si stima di non veder concretizzato.

Discorso diverso per Sesto Campano, l’altro Comune dell’estremo Molise occidentale dove il prossimo 31 maggio si rinnoverà l’assemblea amministrativa locale. Qui sono ben tre gli schieramenti in lizza con Luigi Paolone, Giuseppe Caranci e Giuliana Zampilli a guidarli. Quest’ultima capeggia una lizza costituita in prevalenza da giovani e da residenti nella frazione Roccapipirozzi, con presenze anche di abitanti del capoluogo. Gli schieramenti di Paolone e Caranci sono formati in prevalenza da cittadini di Sesto capoluogo, da nomi nuovi e da personaggi già noti nell’agone amministrativo locale. In definitiva una competizione, quella di Sesto, assai incerta e che conoscerà nelle prossime settimane fatti nuovi, derivanti appunto dalla presenza di tre liste di candidati, autentica “folla” di aspiranti sindaci e consiglieri, evento mai verificatosi in precedenza.

Situazioni decisamente contrapposte quindi quelle di Pozzilli e Sesto Campano : nel primo caso corsa solitaria di Stefania Passarelli, che se la dovrà vedere con un unico “avversario”, il <quorum> minimo dei votanti, nel caso di Sesto tanti pretendenti e quindi tante premesse di lotta e competizione incerte sino all’ultimo.

 

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: