ECONOMIA – La Spagna è la migliore destinazione turistica al mondo. L’Italia scivola all’ottavo posto

sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino

ECONOMIA – La Spagna è la migliore destinazione turistica al mondo, stando a uno studio del Forum economico mondiale (WEF), davanti a Francia e Germania, Stati Uniti, Regno Unito, Svizzera, Australia, Giappone e Canada. Solamente ottava l’Italia. Gli esperti dell’organizzazione ginevrina hanno passato al setaccio 141 paesi sulla base di criteri come l’offerta di beni culturali, la natura, l’ambiente, l’infrastruttura, la sicurezza, le condizioni quadro e i prezzi.

La Svizzera brilla in vari ambiti, ma è ultima in materia di tariffe. Il WEF sottolinea che il settore dei viaggi e del turismo contribuisce per un decimo al prodotto interno lordo mondiale. Inoltre negli ultimi anni ha beneficiato di tassi di crescita superiori alla media, un’evoluzione che dovrebbe ripetersi anche in futuro.

Stando agli autori dello studio i paesi che vogliono profilarsi come destinazioni turistiche devono reagire meglio ai bisogni degli ospiti. Si osservano sempre più viaggiatori della classe media, per esempio provenienti dalla Cina, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, mentre dai paesi più industrializzati arrivano turisti più anziani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: