VENAFRO – Ancora maretta in Comune, Di Clemente, Cifelli e Barile “bastonano” Cuzzone: “Spiega al sindaco Sorbo che è giunto il tempo di cambiare passo”

pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro

VENAFRO – In riferimento all’articolo pubblicato dal Quotidiano del Molise, in data 12 maggio, che vede il capogruppo di maggioranza Marcello Cuzzone fornire sue considerazioni, strettamente personali, circa la “singolare protesta” dei tre consiglieri dissidenti, la Presidente Stefania Di Clemente, e i consiglieri Elisabetta Cifelli e Pasquale Barile, precisano quanto segue:

Noi tre ci definiamo Gruppo degli Indipendenti e non a caso. Il nostro Gruppo ha propria autonomia e identità rispetto al Gruppo di Citta’ Nuova: questo non da oggi, ma da sempre. Tale precisazione, si rende necessaria alla luce delle dichiarazioni alquanto inopportune rese dal Consigliere Cuzzone.

In riferimento alla nostra  assenza alla riunione  di maggioranza del 5 maggio, vogliamo informare chi di dovere che e’stato  inviato un messaggio al Primo Cittadino la sera della stessa che riportava il seguente testo: ” Il gruppo degli Indipendenti, Cifelli, Barile, Di Clemente, chiede al Sindaco di leggere questo messaggio ai consiglieri di maggioranza presenti alla riunione convocata per martedi 5 maggio alle 18.30. Poiché l’ultima riunione di maggioranza si è rivelata oggettivamente una farsa, viste le assenze ingiustificate in Consiglio Comunale del giorno successivo, noi tre abbiamo deciso di non partecipare a quella odierna. Per chiarezza e trasparenza, abbiamo sempre chiesto che ci fossero riunioni di maggioranza, ma effettivamente servono solo a dimostrare che manca il rispetto, non solo nei nostri confronti, ma soprattutto nei confronti dell’intera collettività. Le decisioni, come sempre, le prenderemo nel rispetto della legalità, della trasparenza e della dignità umana.”

Si è avuta conferma che, nonostante la nostra richiesta, tale comunicazione non è stata letta in riunione, ma semplicemente riassunta dal primo cittadino, a proprio piacimento. Ennesima dimostrazione dell’atteggiamento  poco trasparente e irrispettoso nei nostri confronti. Perché? Quali i motivi? Forse, erroneamente, Sorbo pensava di metterci  all’angolo e di gestirci a suo piacimento?

I cittadini devono comprendere anche i motivi per i quali, noi consiglieri abbiamo rimesso le deleghe: decisione sofferta e causata non solo dalle difficolta’ di vario genere, ma soprattutto dalla scarsa collaborazione di chi avrebbe dovuto facilitare il nostro mandato, e  ci riferiamo al Sindaco che in ogni momento avrebbe dovuto essere il nostro referente.Vogliamo ricordare al Primo Cittadino che noi, con i nostri 1424 consensi abbiamo determinato la vittoria della lista Venafro cambia Venafro. Il tutto doveva creare solo una situazione di comodo per Sorbo. Grande errore di sottovalutazione nei nostri confronti, per non parlare poi della scarsa considerazione dimostrata nei confronti del nostro elettorato e di chi ci ha disinteressatamente sostenuto credendo solo e fortemente nel cambiamento promesso e inutilmente atteso,considerando la continuità con le passate amministrazioni.

Noi volevamo davvero cambiare “le cose”, avendo il contatto con la realtà, la prossimità con le persone e la soddisfazione di essere utili, giorno per giorno, tutti i giorni. L’intento e l’impegno preso, era fare bene “il bene” della collettività. Noi, con i nostri “miseri 1424” consensi, non abbiamo preteso o rivendicato poltrone, incarichi professionali  e favoritismi nei confronti del nostro elettorato. Il nostro modo di operare è improntato all’operativita’ e non alle chiacchiere o alla visibilità a tutti i costi,ci gratifica il contatto umano, il rispetto della gente.

Ora, riteniamo comunque necessario, fare delle precisazioni soprattutto  per rispetto di chi ha sostenuto il nostro mandato, dopo le dichiarazioni rese dal capogruppo di maggioranza, Consigliere Cuzzone. Dove è la maggioranza? Dove è la squadra? Chiediamo al Consigliere Cuzzone, di non continuare a gettare acqua sul fuoco, perché in questo modo, paradossalmente continua a sostenere atteggiamenti di una parte della maggioranza molto discutibili, e una attività politica ed amministrativa, non sempre condivisa dal Gruppo degli Indipendenti.

Per questi motivi, siamo stati costretti a ritirarci sull’Aventino e da qui chiediamo segnali di collaborazione per governare insieme il futuro della città. Riteniamo che la politica e l’amministrazione debbano essere al servizio dei cittadini per interpretare i loro problemi  inquadrandoli “nello spirito di servizio”, senza comportamenti autoreferenziali o supponenti. I cittadini, le loro esigenze, il bene della collettività tutta, e non i litigi di pochi interessati, devono essere le rafforzate colonne portanti di questo Comune.

A due anni di distanza, non possiamo più dire “non abbiamo la bacchetta magica”. Non c’è stato l’impegno e la volontà di tutti, di volere veramente il cambiamento. Noi, non vogliamo “cambiare tutto per non cambiare niente”.
È nostra determinata intenzione, però, mettere mano ad eventuali anomalie con decisione e polso duro, riportando tutti e soprattutto il Sindaco Sorbo, ad atteggiamenti che rispecchiano il buon senso e la responsabilità dell’impegno preso e delle promesse fatte: Il cambiamento.

Caro Consigliere Cuzzone, fai capire al Sindaco che deve cambiare passo, in tempi brevi però. Considerando il tutto possiamo affermare che non si amministra o meglio non si governa cercando di mettere zizzania tra i consiglieri, nel nostro caso è da ritenersi un errore il metodo adottato dal Sindaco: “divide et impera”. Le nostre ideologie, i nostri comportamenti sono all’insegna della trasparenza e del rispetto, nei confronti di tutti, indistintamente. Non accettiamo però nessun tipo di strumentalizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
colacem
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: