VENAFRO – Clamoroso, Elisabetta Cifelli si dimette anche da consigliere comunale: “Mancano i presupposti per andare avanti”

La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

 

VENAFRO – Elisabetta Cifelli in Gesi, 824 voti di preferenze alle amministrative del 2013 e la più votata tra le candidate donne, ossia un pezzo “da novanta” del governo municipale venafrano, si è dimessa da consigliere comunale. Le sue irrevocabili decisioni deriverebbero dal venir meno di determinati presupposti amministrativi, secondo quanto comunicato dall’interessata nella lettera di dimissioni ufficialmente protocollata.

Alla fine quindi la sig.ra Cifelli, giusti i tanti “rumor” dei mesi e delle settimane precedenti, ricordiamo che la donna alla luce dei suffragi riportati era stata inizialmente designata assessore alla pubblica istruzione, biblioteca,università, formazione professionale ect. prodigandosi in tanti settori, carica dalla quale si era dimessa mesi addietro preferendo restare consigliere semplice, quindi la sig.ra Cifelli –si diceva- alla fine ha deciso di farsi da parte, lasciando il posto ad altri.

I motivi della drastica decisione ? Contrasti ed incomprensioni in seno alla squadra di maggioranza, si ha motivo di ritenere, come emerso settimane addietro quando la Cifelli, assieme alla Di Clemente, presidente del consiglio, ed al consigliere Barile, avevano duramente criticato il  capogruppo di maggioranza Cuzzone per talune dichiarazioni rese, non risparmiando critiche allo stesso sindaco Sorbo, responsabile di non rispettare le intese e i patti iniziali.

Cifelli, Di Clemente e Barile, ricordiamo, avevano altresì espresso l’intenzione di uscirsene dalla maggioranza, assumere una posizione autonoma e aderire al gruppo misto, riservandosi di votare in consiglio in base a posizioni e vedute autonome. Evidentemente negli ultimi giorni sono intervenuti fattori che hanno determinato la Cifelli alle decisioni.

Con l’abbandono da parte della Cifelli, l’amministrazione civica in carica perde certamente, come detto innanzi, un pezzo da novanta in termini di voti e quindi elettorali, e d’ora innanzi le cose non saranno più come prima, a prescindere da chi subentrerà alla Cifelli. Da vedere anche nei prossimi giorni i comportamenti del duo Barile/Di Clemente, sin qui compagni di cordata con la Cifelli tanto da essere soprannominati dall’opinione pubblica “i dissidenti della seconda ora” essendo stati quelli della “prima ora” Ricci, Tommasone, Valvona e J. Iannacone, successivamente rientrati, il duo Barile/Di Clemente –si scriveva- che alla fine non hanno ritenuto di seguire la Cifelli nella decisione della donna di rassegnare le dimissioni dalla carica amministrativa, restando seduti tra gli scanni consiliari.

Intanto, e in attesa di novità ulteriori, prendiamo atto delle dimissioni della Cifelli e prepariamoci ad altri colpi di scena in seno all’assemblea amministrativa venafrana che a due anni dalle elezioni conosce più di qualche problema in termini di amalgama e compattezza.

 

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Pubblicità »

Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Pubblicità »

caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola
Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Agrifer Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Esco Fiat Lux Scarabeo
Edilnuova Pozzilli
fabrizio siravo assicurazioni
error: