ISERNIA – La gelosia: da cosa è causata e quali sono gli effetti. Risponde la Dott.ssa Emanuela Pallotta

Blackberries Venafro

ISERNIA – Ciao, sono P. da Isernia. Ho 16 anni ti scrivo per un problema di gelosia. All’inizio della relazione ero sicuro di me, ma dopo un po’ ho cominciato ad avere dubbi e sospetti sulla mia ragazza. In fondo so che non mi tradisce, ma sono geloso di come ride scherza e gioca con altri ragazzi. Inoltre con le amiche è molto disinibita e questo mi crea molte preoccupazioni perché le piace piacere. Io vorrei un rapporto in cui la mia ragazza mi conferisce sicurezza, invece lei mi destabilizza.

Caro P la gelosia si può manifestare in vari ambiti, non solo nel rapporto di coppia ma anche nel lavoro, nella famiglia, a scuola… La gelosia  è fortemente legata ad un condizionamento culturale in cui prevale la competizione, si è costantemente in lotta per essere i “migliori” e questo fa sentire le persone molto a rischio. Questo sentimento trova terreno fertile nell’insicurezza ma nessuno al di fuori di te può darti la sicurezza che cerchi, spesso viene cercata nel controllo ma purtroppo è un illusione in quanto la vita stessa è al di fuori del nostro controllo, cerchiamo di controllare il partner illudendoci di amarlo ma spesso cerchiamo di controllare soltanto noi stessi e gli eventi che potrebbero farci soffrire, purtroppo questo controllo ha un caro prezzo in quanto più cerchiamo di controllare più ci sentiamo insicuri e abbiamo paura, inoltre la nostra mente ha il grande potere di creare proprio ciò che pensiamo e quindi si finisce per avere conferme reali delle nostre paure.

Nella teoria sistemica la gelosia all’interno del rapporto di coppia significa: io voglio che tu vada via, la persona gelosa sospetta che l’altro voglia la stessa cosa e comincia ad essere geloso.

La gelosia è un sentimento che viene sperimentato dal soggetto nell’infanzia. Nel complesso Edipico il bambino sperimenta un desiderio inconscio di avere la madre per se e il padre è visto come un rivale. Allo stesso tempo anche il padre è geloso del figlio che riceve tutte quelle attenzioni che in precedenza gli venivano rivolte. Il bambino non sa che il padre non è a conoscenza del suo desiderio per la madre, si sente in colpa e prova la cosiddetta paura di castrazione. Se questo complesso non viene risolto si ha la percezione costante di avere un rivale anche nell’età adulta.

Un sano rapporto di coppia si basa sulla libertà di entrambi di poter lasciare l’altro e sulla libertà di sceglierlo giorno per giorno, quando questo non avviene il rapporto spesso è destinato a finire perché il partner percepisce l’insicurezza e diventa lui stesso insicuro della sua scelta.

Caro P se non sei sicuro tu di essere il ragazzo giusto per lei come puoi trasmetterle la sicurezza che dovrebbe scegliere te invece di un altro? Il messaggio che le stai mandando è cerca altrove perché gli altri sono migliori di me!

La gelosia se non è tenuta a freno può sfociare in fenomeni di stalking, mobbing sul lavoro… e può essere molto deleteria e pericolosa, in un certo senso fa perdere il “lume della ragione” e si commettono azioni che in altri momenti non si farebbero, in ogni caso la gelosia non è mai la soluzione per un sano rapporto di coppia.

Si può risolvere solo facendo un lavoro su se stessi cercando le cause delle nostre insicurezze e non cambiando l’altro, in primo luogo perché non è un nostro diritto in secondo luogo perché genera ancora più insicurezza, se non accettiamo l’altro così com’è con la sua unicità nemmeno noi ci sentiremo mai accettati e quindi si diventa sempre più gelosi. Spesso nel sentirsi dalla parte del giusto si chiede al partner sempre di più, ma questo chiedere in nome dell’amore nasconde solo egoismo inconsapevole. Questo che può apparire un giudizio, in termini sistemici è chiamato istinto di sopravvivenza che serve ad evitare il dolore. In realtà la persona gelosa non ha nessuna consapevolezza della sua dinamica interiore quindi non è colpevole, è soltanto inconsapevole.

Un caro saluto Dott.ssa Emanuela Pallotta.

emanuela pallotta 2

Dott.ssa Emanuela Pallotta

Tao Academy

Cell. 3357710405

manu.pallotta@gmail.com

Isernia, Via Beethoven, 72

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!