ASSURDO – Il Parlamento introduce la “tassa sul funerale”. Morire diventa sempre più caro. Condannate alla chiusura le piccole imprese funebri

Blackberries Venafro

ASSURDO – Quante sono le tasse che gravano sugli italiani? Qualcuno le ha contate: è l’ufficio studi della CGIA, che ne ha rilevate circa un centinaio. Tra addizionali, bolli, canoni, cedolare, concessioni, contributi, diritti, imposte, maggiorazioni, ritenute, sovraimposte, tasse e tributi, le imprese dovranno pagarne una ogni due giorni.
Anche le famiglie tuttavia sono chiamate – e per tutto l’anno – a versare , spesso inconsapevolmente, una serie di balzelli alcuni dei quali risultano quantomeno curiosi: come quella sull’aria e sull’ombra. L’ultimo viene dal Parlamento: un disegno di legge recentemente depositato, che disciplina l’intero settore funerario, farà lievitare i costi, già di per sé elevati, di ogni decesso. E’ facilmente ipotizzabile un aumento dell’onerosità di funerali, tumulazioni e servizi accessori di circa 300 Euro a funerale. Vediamo nel dettaglio il caso in questione e le altre tasse più assurde presenti nella fiscalità italiana.

E’ stato recentemente depositato un disegno di legge per la disciplina del settore funerario. Un disegno di legge che, con ogni probabilità, farà lievitare sensibilmente i costi di ogni decesso. Imponendo nuove tasse e balzelli, nonché requisiti stringenti per esercitare l’attività di pompe funebri, il DDL finirà per dimezzare letteralmente le imprese del settore, riducendole a circa 600 in tutt’Italia. Per mantenersi operative, le imprese funebri dovranno sottostare a requisiti parecchio onerosi (a livello di mezzi e dipendenti). Un evidente regalo alle grandi imprese, a discapito delle piccole aziende funebri.
Ma ovviamente i dolori si riverseranno poi sul consumatore: il testo prevede l’Iva al 10% sui servizi funebri, sino ad oggi esenti dall’imposta. L’Iva, che per quasi tutte le imprese non è un costo, lo è, però, per il consumatore finale, sul quale si riversa interamente il balzello. E’ facilmente ipotizzabile, dunque, un aumento dell’onerosità di funerali, tumulazioni e servizi accessori: si parla di spese aggiuntive a partire da 300 Euro a funerale. Senza contare che a causa di questa nuova disposizione vi sarà un aumento della Tasi: il ddl impone infatti l’obbligo, per i comuni, di destinare il 20% di tale tassa ai cimiteri monumentali, per la gestione dei costi inerenti ( che la legge stessa farà notevolmente aumentare).

Fonte: www.quifinanza.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!