MOLISE – Gomme lisce? Anche questo è un sintomo palese della crisi economica

Blackberries Venafro

MOLISE – Ormai, dopo ben sette anni di crisi, siamo abituati a vedere di tutto, dai negozi che chiudono, alle nuove classi povere che si arrabattano per cercare di andare avanti, a chi ricorre a prestiti senza busta paga o garante per arrivare a fine mese o pagare almeno le utenze senza rischiare che gli vengano sospese, e far sempre più spesso ricorso a prestiti di consolidamento (vedi maggiori informazioni su http://www.spaziomutui.com/consolidamento-debiti.htm). Ma c’è una cosa che ancora non si era vista e i dati arrivano proprio dal dossier Vacanze sicure stilato dalla polizia stradale.

Quando i soldi non sono sufficienti, una famiglia, è costretta a effettuare dei tagli nelle voci di spesa mensili per far quadrare il budget. Uno potrebbe aspettarsi che a essere tagliati siano gli eccessi, quindi le cene in ristorante, le vacanze ai Caraibi, gli abiti firmati. Invece no, sintomo di questa crisi è il taglio alle spese che potrebbero essere considerate come indispensabili, quali quelle inerenti la manutenzione dell’auto. L’auto, come la casa, per gli italiani è un bene di grande valore, un simbolo. Eppure in questi ultimi tempi anche questa ha smesso di avere il suo significato e, cosa peggiore, ha smesso di essere un bene indispensabile, il che va a incidere di conseguenza anche sul mercato della produzione e della vendita e i conti sono facili da fare.

Torniamo quindi al dossier sulle vacanze e scopriamo come gli italiani stiano trascurando sempre di più la manutenzione dell’auto. Una delle manutenzioni più trascurate è quella inerente le gomme: sono sempre di più gli italiani che circolano con le gomme lisce. La percentuale sarebbe passata dal 3,03% dell’anno scorso al 5,63%, in Campania e Molise si è arrivati addirittura al 10,14%. Ma non basta. Sarebbe il 3,83% della popolazione a viaggiare con gli pneumatici danneggiati sui fianchi anche in modo vistoso e anche in questo caso Campania e Molise raggiungono una media che va sul 4% e con punte del 7%. Ovviamente si tratta anche di una situazione che costa cara agli automobilisti che pensando di poter risparmiare, non si rendono conto che le spese, invece, aumentano così come aumentano gli incidenti, da quelli di piccola a quelli di più grande entità.

Oltre a questo si attesta anche una mancanza di revisioni per una percentuale del 7,09%, anche questa aumentata rispetto all’anno scorso dove era del 5,68%, in Molise sale all’8,2%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!