CRONACA – Immigrati in rivolta sequestrano l’autista di una ditta di Venafro. L’uomo è stato liberato dai Carabinieri

Blackberries Venafro

CRONACA – I quindici immigrati ospiti del centro di accoglienza di Vairano Scalo (nella limitrofa provincia di Caserta) nel mattino di ieri sono scesi sul sentiero di guerra e per protesta hanno impedendo all’autista della mensa – dipendente di un’impresa di Venafro – di uscire dalla struttura dopo che aveva consegnato i pasti.

Dopo lunghe e infruttuose “trattative”, sul posto si è reso necessario l’intervento dei carabinieri che a loro volta hanno tentato un mediazione. Considerato l’insuccesso della loro iniziativa bonaria, gli uomini del maresciallo Palazzo alla fine si sono visto costretti a forzare il cancello d’ingresso, restituendo la “libertà” all’autista.

La protesta dei quindici immigrati scaturisce dalla scarsa attenzione – secondo quanto riferito da alcuni rappresentanti del gruppo – che le istituzioni hanno nei loro confronti. Troppo tempo, secondo gli immigrati, trascorre per ottenere la documentazione che spetta loro di diritto.

“Siamo pronti -hanno fatto sapere- ad attuare ulteriori e più incisive azioni per ottenere i nostri diritti”. L’episodio riaccende in paese la polemica sulla presenza di rifugiati. Il centro teatro della “rivolta” è gestito dalla Cooperativa per la Salute.

Fonte: http://www.paesenews.it/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!