CRONACA – Bomba d’acqua, frana in Cadore: tre morti. Una delle vittime è una ragazza di 14 anni

Blackberries Venafro

BELLUNO – Tre morti, tra cui una ragazzina di 14 anni, e una donna in gravi condizioni: è questo il bilancio provvisorio della frana che ha colpito la zona di San Vito di Cadore, in provincia di Belluno. Ieri sera una bomba d’acqua causata da un temporale ha provocato rapide, frane e smottamenti. La più imponente, innescata dall’esondazione del torrente Rusecco, ha fatto tracimare un bacino di contenimento: alcune automobili parcheggiate di fronte a una baita nei pressi delle piste di sci sono state travolte e trascinate nel greto del fiume. In una delle macchine colpite c’era una coppia di turisti polacchi. La donna, trovata in stato di ipotermia, è stata salvata: per lui non c’è stato nulla da fare.

Poche ore dopo i soccorritori hanno poi scoperto il corpo senza vita di una quattordicenne: “E’ una ragazzina, di circa 14 anni, ma non è ancora stato possibile identificarla. Non è però del paese”, ha detto il vice sindaco di San Vito di Cadore, Andrea Fiori. Una terza vittima, un uomo di circa 40 anni, é stato quindi ritrovato privo di vestiti alla confluenza tra il torrente Rusecco e il Boite. L’uomo potrebbe essere un parente della ragazzina. Gli uomini dei vigili del fuoco e del soccorso alpino di Belluno stanno lavorando senza sosta alla ricerca di altre vittime o feriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!