CASTEL SAN VINCENZO – Il consigliere Amelia Iannotta punta l’indice contro l’amministrazione Di Cicco: “Il debito del Comune ha superato il mezzo milione di euro”

Blackberries Venafro

CASTEL SAN VINCENZO – Dal consigliere Comunale di minoranza Amelia Iannotta, riceviamo (e integralmente pubblichiamo) il seguente resoconto della riunione della massima assise cittadina svoltasi lo scorso 20 agosto:

L’opposizione consiliare del Comune di Castel San Vincenzo, porta a conoscenza dell’opinione pubblica gli ennesimi misfatti della giunta Di Cicco. Nella seduta consiliare svoltasi ieri 20 agosto, abbiamo chiesto al Di Cicco, quale sindaco, prima dell’inizio della discussione, di rispondere alla nostra istanza intesa a chiarire se i processi penali a suo carico, resi noti dalle cronache locali, si fossero conclusi con l’assoluzione o con la condanna, anche al fine di stabilire eventuali incompatibilità rispetto alla “legge Severino”. Orbene il sindaco, con la striminzita maggioranza di soli 4 consiglieri, si è incredibilmente rifiutato di dare seguito a tale mozione: ciò è altamente antidemocratico e non rispettoso della popolazione che esige trasparenza. Se la sua posizione è in regola perché non dichiara quale sia ? Ma il bello è arrivato quando è stato votato il bilancio di previsione 2015: dopo aver sbandierato sino ad ora e per anni un fantomatico “avanzo”, ha dovuto prendere atto di un disavanzo/debito di oltre mezzo milione di euro, del tutto spropositato per soli 580 abitanti, che sarà caricato per 30 anni sulla comunità locale nella parte spesa del bilancio. Ma questo è solo quello che ci hanno fatto sapere. Ad esso va aggiunta un’altra quota di squilibri e illegalità finanziarie ancora non sanate; così come rimangono irrisolte le illegittimità segnalate dall’organo di revisione. Da anni contestiamo l’esistenza di un crescente disavanzo: da ultimo richiamando le deliberazioni del Commissario Prefettizio n. 12 e 13 del 2011, in cui si accertava un disavanzo al solo 2008 già di oltre 670 mila euro, accompagnato da una serie impressionante di illegittimità finanziarie (elusione di fondi vincolati, gestione illegale dei tributi ecc.), per il cui dettaglio si rinvia alle stesse delibere, nonché le pronunce della Corte dei Conti del Molise che facevano proprie tali delibere commissariali, aggiungendo ulteriori gravissimi rilievi di illiceità finanziaria. Ciò nonostante il sindaco e la sua maggioranza, incredibilmente, hanno disatteso persino i suddetti atti amministrativi e della Corte, continuando ad approvare assurdi e pasticciati rendiconti con un immaginario “avanzo”, mentre la cassa era a sempre a zero, e si era in continua anticipazione di cassa, con onerosi interessi passivi. Prima o poi riusciremo a verificare cause e responsabilità, per far risarcire la collettività di Castel San Vincenzo. Le bugie, soprattutto in politica, hanno sempre le gambe corte: il sig. Di Cicco alla fine si è smascherato da solo, smentendo tutti i suoi conti precedenti, ed ammettendo di fatto che avevamo ragione noi sulla sua mala gestione. Le bugie dei politicanti sui conti comunali, violano la elementare democrazia, perché i cittadini hanno il diritto di sapere quale è il reale bilancio dell’ente. Non a caso si è seguito un procedimento “alla chetichella” :con l’espediente di una falsa “urgenza”, già contestata, in violazione dell’art.43 del TUEL, senza consentire ai consiglieri la possibilità di conoscere in tempo la documentazione. D’altro lato il disavanzo predetto non deriva da cose utili per la collettività, ma solo da misfatti e mala gestio dannosa per la comunità locale, come meglio specificheremo tra qualche giorno. Infine, si comunica che, data la gravità di quanto emerso, il tutto sarà segnalato alle Autorità preposte per i dovuti controlli e provvedimenti, anche rispetto alle inchieste già in corso sulla illecita gestione finanziaria dell’ente, nell’interesse dell’erario e della popolazione di Castel San Vincenzo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!