ISERNIA/VENAFRO – Parcheggi degli ospedali, di concezione diversa ma entrambi con grossi problemi

Blackberries Venafro

ISERNIA/VENAFRO – Sono diversi strutturalmente e come concezione, ma entrambi hanno grossi problemi. Ci riferiamo ai parcheggi del SS Rosario di Venafro e del Veneziale d’Isernia, quest’ultimo in questi giorni in cronaca per la sporcizia, i rifiuti ed il sostanziale abbandono che lo caratterizzano. Ebbene se al Veneziale non ridono in fatto di parcheggi esterni alla struttura, addirittura piangono al SS Rosario di Venafro, dove gli spazi per sostare risultano ricavati in modo assai pericoloso lungo la stessa Colonia Giulia, in una traversa laterale al nosocomio o nella pineta a nord/est del complesso. Tali ultimi due siti -traversa e pineta- sono luoghi allestiti alla meglio e non certo con tutte le garanzie e le prescrizioni previste per le aree di parcheggio. Il parcheggio nella pineta, accudito da una famiglia rom/sinta della città, è stato ideato sotto pini pluridecennali e perciò altissimi (anni orsono d’inverno col vento forte servì l’intervento dei Vigili del Fuoco d’Isernia per rimuovere i rami spezzati e pendenti, evitando che investissero auto e persone), con molte stradine sterrate interne sbarrate al traffico e tante aree transennate per impedirvi l’accesso a gente e vetture al fine di prevenire pericoli di sorta, è privo di pavimentazione e di sera cade nella quasi totale oscurità. Non essendoci asfalto o pavimentazione, manca del tutto la segnaletica orizzontale per cui si parcheggia alla meglio. La famiglia affidataria del parcheggio ne cura e sorveglia un’area circoscritta e ben delimitata, lasciando a se stesso il resto della pineta. Le altre aree di parcheggio ricavate, come detto, nella traversa laterale al SS Rosario non stanno messe meglio ; nessuna segnaletica orizzontale a delimitare i posti di sosta, illuminazione zero ed approssimazione totale. Così come sono pericolose, vietate e contravvenzionabili le soste lungo la Colonia Giulia, giusto di fronte al nosocomio. Precarietà e pericoli quindi tutt’intorno al SS Rosario, mai dotato di un vero e proprio parcheggio realizzato e concepito con tutti i crismi necessari in fatto di sosta, sicurezza e tranquillità. Problemi diversi ma entrambi sostanziali quindi in fatto di parcheggi ospedalieri tra Isernia e Venafro ; ecco perché se uno non ride, l’altro di sicuro piange !

 

Tonino Atella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!