EMERGENZA – Profughi, la Danimarca blocca treni e autostrade verso la Germania

Blackberries Venafro

MIGRANTI – La Danimarca sbarra la strada ai migranti. La polizia ha interrotto i collegamenti stradali e ferroviari che la uniscono alla Germania. La decisione è stata presa dopo che 300 rifugiati, bambini compresi, hanno attraversato il Paese diretti verso la Svezia. Molti si sono rifiutati di registrarsi in terra danese perché il governo ha tagliato gli aiuti ai profughi, mentre in Svezia le regole sono meno restrittive. Un’iniziativa che arriva a poche ore da quella del governo danese di pubblicare sui media libanesi un annuncio che illustra le nuove e più rigide regole per i richiedenti asilo, con lo scopo di scoraggiarne le richieste.

Nella notte intanto ci sono stati nuovi tafferugli tra polizia e migranti nel campo profughi di Roszke. La polizia ungherese ha usato gas lacrimogeni per fermare circa 200 migranti alla frontiera meridionale con la Serbia, che volevano incamminarsi verso Budapest. I rifugiati sono arrivati ieri sera a piedi dalla Serbia, decidendo di mettersi in marcia verso la capitale. La polizia è riuscita a convincere alcuni di loro a farsi accompagnare nel centro di prima accoglienza di Roszke ma in 200 circa, soprattutto giovani uomini, hanno rifiutato al grido di “No Camp” e “Budapest, Budapest”. Gli agenti avrebbero lanciato gas lacrimogeni dopo che alcuni migranti hanno rotto il cordone di sicurezza. Stando ai dati della polizia ungherese sono stati 2.529 i migranti e profughi entrati in Ungheria dalla Serbia nella ultime 24 ore, di cui 455 bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!