BOJANO – Aperto il cantiere nell’antico palazzo vescovile per dare vita al Museo Diocesano. Il Molise scommette sull’arte religiosa

Blackberries Venafro

BOJANO – Prende forma a Bojano il Museo Diocesano. Giovedì scorso infatti sono stati avviati  i lavori esterni del corpo museale dell’  edificio dell’antica sede vescovile della diocesi presso la Chiesa dei Ss. Erasmo e Martino, grazie al sostegno economico della Regione Molise, fondi Fsc ex Fondi Fas e con il contributo della diocesi. I lavori   del progetto sono curati dall’Architetto Alberto Tommaso direttore dell’Ufficio tecnico diocesano e   realizzati dalla ditta Venditti di Vinchiaturo, insieme all’architetto Fabrizio De Rose.  L’allestimento sarà curato da un gruppo di esperti guidati dalla commissione diocesana di Arte Sacra, diretta   da padre Giancarlo Li Quadri Cassini.

“Questa opera culturale porterà luce alla ricchezza dell’arte religiosa presente in Diocesi, un potenziale turistico ancora non pienamente valorizzato in regione, intrecciato –  nell’idea dell’arcivescovo di Campobasso-Bojano mons. GianCarlo Bregantini – ad un percorso che, partendo da Benevento   condurrà ad Altilia per toccare Bojano e spostarsi verso il santuario dell’Addolorata di Castelpetroso per giungere, attraverso le montagne del Matese, fino ad Isernia”

“Ed è proprio la Regione Molise che ha creduto in questo progetto – fanno sapere dalla Diocesi -, prendendo a cuore e con serietà questo filone della cultura e del turismo, che può essere potenziato e può essere volano per una economia di nicchia. La scelta della città di Bojano si colloca in un progetto di valorizzazione del territorio, in questo caso, quello matesino, ricco di bellezze naturali e sede dell’antica diocesi. Ma, tenendo lo sguardo sempre teso al sostegno dei fedeli; infatti proprio questa area è stata colpita in maniera forte dalla crisi e il piccolo segno del museo vuole essere uno stimolo ulteriore a non arrendersi dinanzi alla situazione   difficile in cui si trova la gente del Molise”.

Inoltre, questa nuova iniziativa culturale si pone all’interno della nuova evangelizzazione attraverso la via “della bellezza”, per diventare un “luogo vivace di incontro, di dibattito, di riflessione attuale”.

“Ci prefiggiamo – ha detto infine Bregantini-  di poter inaugurare il nuovo Museo, il 2016, il 24 agosto – a Bojano –  in occasione della Festa di San Bartolomeo Apostolo, patrono della diocesi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!