CAMPOBASSO – Cooperazione, con il progetto Tchau il Molise abbraccia il Brasile. Frattura: un importante modello di solidarietà replicabile

Blackberries Venafro

CAMPOBASSO – La Regione Molise protagonista attiva in Brasile di una missione impegnativa e significativa sul piano umano, sociale e organizzativo: arrivano i primi e importanti riscontri per il progetto di cooperazione Tchau (Trabalhar, Cooperação, Humanidade, Amor, União) finanziato dall’Unione europea con il programma Europeaid, del quale proprio la Regione Molise è lead partner. Partecipazione e valutazioni positive, dunque, alla Conferenza internazionale di lancio a Salvador de Bahia per la missione che ha come obiettivo la lotta al disagio giovanile nel quartiere della parrocchia di San Francesco.

“La Commissione europea incontrata dai nostri delegati regionali a Brasilia – riferisce il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura –, considera Tchau un progetto pilota replicabile anche in altre zone di Salvador de Bahia. È motivo di grande soddisfazione per tutti noi sapere di avere sviluppato un valido modello di solidarietà concreta sul quale innestarne altri simili sempre al fine di abbassare il livello di violenza, il consumo di droga e dare certezze sul piano del sociale. È il nostro contributo, il nostro ruolo, nei fondamentali e dovuti interventi di cooperazione”.

“Un grazie – aggiunge Frattura –, va a tutta la struttura della nostra amministrazione che si è impegnata in questa lodevole iniziativa e all’Arcidiocesi di Campobasso-Bojano che ha accettato subito di essere coinvolta in questa straordinaria esperienza”.

“L’approvazione del progetto da parte di Bruxelles getta le basi per portare a regime, in un’ottica di autonomia professionale in loco, i servizi e le attività previste dal progetto Tchau. Piccoli ma decisivi passi nel segno di una cooperazione che sa mettersi a servizio di chi ha bisogno davvero”, evidenzia Frattura.

Come è noto, con i partner locali, la Fondazione dom Avelar e l’Associazione Icaj, verrà allestito il centro polifunzionale con attrezzature per la fisioterapia, la musica, il teatro, la cucina, e saranno organizzate attività di formazione per i variegati e interessanti corsi da svolgere all’interno della struttura stessa con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di realtà e quartieri della città che conta quasi 4 milioni di abitanti. E non solo. Già nel recente passato, infatti, la Regione Molise ha offerto forme di collaborazione alla parrocchia per arginare le situazioni di particolare degrado.

I responsabili della Regione Molise unitamente al responsabile del monitoraggio nominato proprio dalla delegazione della Commissione hanno incontrato i giovani della parrocchia e di Icaj, l’assessore alle politiche sociali, il consiglio pastorale della Diocesi di Salvador de Bahia e il Vescovo, primate del Brasile Monsignor Murillo. Insieme hanno lanciato “Adotta Tchau” raccolta fondi alla quale tutti possono contribuire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!