CAMPOBASSO – Sospensione dal consiglio regionale, Scarabeo chiede l’annullamento del provvedimento. A novembre l’udienza

Blackberries Venafro

L’articolato ricorso si concentra sul fatto che il divieto di dimora, contro il quale c’è ricorso in Cassazione, e i conseguenti provvedimenti sospensivi espongono l’ex consigliere regionale all’impossibilità di esercitare il ruolo pubblico per il quale è stato designato dagli elettori. Per Scarabeo ci sarebbero gravi vizi, anche di natura costituzionale, a cominciare da un eccesso di delega da parte del Governo. Ancora più in evidenza viene messo il fatto che il reato contestato di truffa e la conseguente misura restrittiva del divieto di dimora si riferiscono all’attività dell’imprenditore e non allo svolgimento delle sue funzioni di assessore e consigliere regionale, e ancora che tali contestazioni a lui avanzate sarebbero precedenti all’entrata in vigore della legge Severino.
Sugli effetti retroattivi della norma, nel ricorso viene richiamata un’ordinanza del Tar di Napoli per il caso del sindaco De Magistris. (Fonte: ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

PUBBLICITà »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!