ISERNIA – Sparatoria in via Toscana: forse è la gelosia il movente del tentato omicidio. Trasferito in carcere il 40enne calabrese

Blackberries Venafro

ISERNIA – Atteggiamenti ambigui nei confronti della moglie potrebbero aver scatenato la gelosia del 40enne calabrese che ha esploso cinque colpi di pistola contro un 70enne di Isernia. E’ possibile che sia questo il movente della sparatoria di via Toscana. Ma è presto per dirlo con certezza. I carabinieri del Nucleo Investigativo stanno lavorando per cercare di mettere insieme i tasselli del puzzle e ricostruire nel dettaglio la vicenda. E al momento non escludono alcuna pista. Il 40enne è stato arrestato e, dopo l’interrogatorio in caserma, è stato trasferito nel carcere di Ponte San Leonardo, con l’accusa di tentato omicidio e evasione dai domiciliari. Il pensionato, nel frattempo, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. I medici del Veneziale hanno estratto le due pallottole che lo avevano raggiunto e, secondo quanto si è appreso, non è in pericolo di vita. Stando a una prima ricostruzione dell’accaduto, i due questa mattina si sono incontrati in via Toscana, dove vivono entrambi. Hanno cominciato a discutere e il 40enne, confinato ai domiciliari per reati contro il patrimonio e la persona, all’improvviso ha tirato fuori una pistola e ha sparato cinque colpi contro il suo vicino di casa. Due proiettili hanno raggiunto l’anziano che, seppur ferito,  ha provato a tornare a casa. E’ stato soccorso da alcuni passanti che hanno allertato 118 e 112. Immediato l’intervento dei carabinieri. I militari hanno fermato il 40enne. Aveva delle ferite alle mani che probabilmente si era procurato dal solo. Ai militari avrebbe detto che si stava recando in ospedale. I due sono stati così accompagnati al pronto soccorso. Il calabrese, dopo le medicazioni, è stato arrestato. Nel frattempo si era sbarazzato della pistola. La stanno cercando gli investigatori che, in queste ore, avrebbero ascoltato anche un testimone dell’accaduto, insieme ad altre persone che potrebbero fornire elementi utili all’indagine. Nelle prossime ore, appena sarà in grado di parlare con gli investigatori, verrà ascoltato anche il pensionato.

Deborah Di Vincenzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pubblicità »

Blackberries Venafro

Scarica l’App Molise Network »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Pubblicità »

Blackberries Venafro
error: Content is protected !!