CRONACA – Ubriaco alla guida uccide uno studente di diciannove anni. Ferita una ragazza di sedici

eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CRONACA – Camminavano sul marciapiede, nei pressi della Lega Navale, quando un’auto li ha investiti in pieno: un 18enne è morto, l’amica, una sedicenne, è rimasta ferita in modo grave ed è ricoverata al Perrino di Brindisi. Giovanissimo anche il conducente della vettura, una Suzuki Space, P.F. 19 anni, risultato positivo all’alcoltest. Secondo le ricostruzioni degli uomini della Stradale intervenuti sul posto, avrebbe perso il controllo dell’auto travolgendo i due ragazzi. La vittima è Andrea De Nigris, uno studente che viveva nel quartiere Casale, avrebbe compiuto 19 anni il 30 novembre.

I rilievi sul luogo della tragedia a Brindisi dopo che un giovane di 19 anni, ubriaco alla guida, ha la travolto due giovanissimi che si trovavano sul marciapiede: un 18enne, Andrea De Nigris, è morto, mentre una 16enne è rimasta ferita. L’incidente si è verificato attorno alle 3 in via Vespucci. Stando alle ricostruzioni fornite dagli investigatori, i due giovani a piedi stavano passeggiando nei pressi della Lega Navale di Brindisi. Si tratta di una zona frequentata dai ragazzini anche per la presenza di alcuni camioncini che vendono fast food. La strada, un rettilineo che termina con un curvone, costeggia il porto interno dal versante di ponente e conduce al quartiere ‘Casale’, dove risiede la famiglia del 18enne morto

La tragedia si è consumata alle tre del mattino. I due ragazzi rientravano a casa a piedi dopo aver trascorso la serata di Halloween con gli amici. La passeggiata sulla strada del ritorno, poi la tragedia. La Suzuki è sopraggiunta a tutta velocità, l’automobilista ha perso il controllo dell’auto in curva, schiantandosi sul marciapiede dove camminavano i due ragazzi e investendoli.

E’ stato lo stesso conducente dell’auto a chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti della questura di Brindisi, i vigili del fuoco e gli uomini della Stradale. Per il 18enne non c’è stato nulla da fare, è morto praticamente sul colpo, mentre la ragazza è stata portata in ospedale.

Andrea studiava all’università del Salento, aveva una sorella gemella, Claudia che chiamava affettuosamente “la parte femminile di me”, e un fratello maggiore. La salma del ragazzo non è ancora stata restituita alla famiglia, in attesa che il magistrato inquirente, Pierpaolo Montinaro, decida il da farsi e se disporre l’autopsia.

“Non so se è più forte la rabbia o il dolore”, confessa in lacrime Marco Nocera, giovane regista cugino della vittima. “Stiamo cercando di farci forza e placare la rabbia, ma non è facile. Non so come faremo ma cercheremo di prendere atto di quello che è successo, ma vogliamo giustizia”. Marco tira un lungo sospiro, prende fiato, poi sbotta. “È una cosa che poteva essere evitata, è questo che non riesce a darci pace”.

Sotto accusa anche la strada in cui è avvenuto l’incidente: “Quella è una strada maledetta, pericolosissima, ubriachi o no sfrecciano a velocità folle di giorno e di notte”. Il giovane investitore è indagato per omicidio colposo.

Fonte: www.affaritaliani.it

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: