ISERNIA – Controlli della polizia: un arresto, denunce e multe salate per gli automobilisti indisciplinati

arresto droga scapoli
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud

ISERNIA – Controlli a tappeto in provincia di Isernia da parte della Questura di Isernia, che  ha intensificato l’attività di prevenzione. Sono stati effettuati oltre 120 posti di controllo, identificate circa 1000 persone, alcune delle quali con pregiudizi di polizia e controllati oltre 500 veicoli; sono stati ritirati 2 documenti di circolazione ed elevate 150 contravvenzioni al Codice della Strada.

Particolare attenzione è stata dedicata al controllo dei locali pubblici al fine di contrastare i reati connessi all’abuso di alcool e stupefacenti, in particolar modo, da giovani avventori dei locali e nelle ore notturne.

A tal fine, è stata controllata la regolarità delle licenze, il rispetto delle norme di sicurezza ed il rispetto degli orari di chiusura e la somministrazione di bevande alcoliche in orari consentiti.

La Squadra Mobile ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione del  Tribunale di Campobasso nei confronti di un giovane isernino che dovrà scontare in carcere un residuo di pena, frutto di più condanne emesse per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti. Il giovane, che già era sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Isernia dove dovrà scontare 4 anni e 6 mesi di reclusione.

Inoltre, la locale Sezione di Polizia Postale ha deferito in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di truffa due cittadini italiani,  L.F. di anni 57 e D.C. G. di anni 23, entrambi residenti in provincia di Napoli, i quali, dopo aver messo in vendita  uno smartphone  su un noto sito di e-commerce e dopo aver ricevuto dall’acquirente il compenso pattuito mediante ricarica di una poste pay da loro indicata, non consegnavano più la merce rendendosi, di fatto, irreperibili.

Le indagini svolte hanno consentito di accertare, inoltre, che i due avevano regolarmente  attivato ad hoc la poste pay utilizzando i loro documenti di identità e che, nel tentativo di assicurarsi l’impunità,  avevano successivamente denunciato lo smarrimento degli stessi per far credere che l’operazione truffaldina fosse stata compiuta da ignoti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: