CRONACA – Presunti ricatti al governatore: il botta e risposta tra Manuela Petescia e Paolo di Laura Frattura

ristorante il monsignore venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
Banca di credito cooperativo Isernia
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO –  “Mi ritrovo indagata per strani reati, come quello della corruzione della linea editoriale, e mi ritrovo accusata di fatti mai avvenuti, come quello della cena a fini estorsivi”. Così il direttore di Telemolise Manuela Petescia durante la conferenza stampa convocata in un albergo di Campobasso, insieme al suo avvocato Arturo Messere, dopo che ieri il governatore Paolo di Laura Frattura ha divulgato la notizia di una richiesta di rinvio a giudizio per la giornalista e per il magistrato Fabio Papa per diversi reati tra i quali la tentata estorsione e la tentata concussione.
“Si parla di una cena – la sua versione dei fatti – alla quale non ho mai preso parte e tantomeno ne ha preso parte Fabio Papa, semplicemente perché l’ha inventata Paolo Frattura. Tutto condito dalle carte giudiziarie del cosiddetto ‘Sistema Iorio’, carte che ho denunciato, dimostrando le manipolazioni, soprattuto relative alle intercettazioni telefoniche, la calunnia, gli abusi e i falsi”.
Petescia ha quindi ribadito di non aver ricevuto fino a questo momento alcuna richiesta di rinvio a giudizio e che l’ultima notizia in suo possesso è che il procuratore aggiunto di Bari, Drago, decise di riaprire le indagini facendosi consegnare le utenze telefoniche dei presunti commensali. “L’esito degli accertamenti chiesti da noi – ha aggiunto – non lo conosco, ma se mi arriverà una richiesta di rinvio a giudizio posso solo pensare una cosa: quando a raccontare balle sono i cittadini comuni forse è più facile per un procuratore archiviare, non essendo possibile ricostruire un reato in assenza della data in cui si sarebbe consumato e di prove che vadano oltre la parola del denunciante confermata dal suo amico; non c’è nessuna altra prova. Trattandosi invece di un presidente di Regione – ha detto ancora il direttore di Telemolise – le cui gesta affaristiche e menzognere a Bari non sono note, immagino che la cosa più semplice da fare sia quella di attendere l’intervento di un giudice terzo, cioè il gup. E sono certa che davanti al giudice dell’udienza preliminare queste accuse saranno smontate una per una e archiviate”.

‘Fabio Papa nuovo caso Tortora’ – “Tante volte ho parlato con Frattura della legge sull’editoria, ma Fabio Papa – ha detto ancora la Petescia durante la conferenza stampa durata quasi un’ora – non sa nemmeno cosa sia. Io sono dispiaciuta molto di più per lui che per me. Lui è un magistrato serio e onesto e invece sta subendo guai su una costruzione giudiziaria, per me è un nuovo caso Tortora. Le carte che ho letto stamattina le farò finire alla Corte di Strasburgo”.
Sempre sul contenzioso per la legge sull’editoria la giornalista ha poi accusato: “Fabio Papa non c’entra niente. Siamo di fronte a manipolazioni e ricostruzioni false che io ho denunciato”.
Manuela Petescia e lo stesso magistrato si sono rifiutati di partecipare ad un faccia a faccia diretto, a Bari, davanti al procuratore, con lo stesso Frattura sulla vicenda. Su questo aspetto l’avvocato Messere ha spiegato: “Ho fatto presente al procuratore che il confronto lo si può fare solo davanti al giudice. Questa è la regola. A fronte di questa mia eccezione ho detto a Drago che noi ci sentiamo garantiti se ci troviamo davanti ad un giudice terzo e che quindi avremo fatto il confronto in sede di udienza preliminare”. L’avvocato ha chiesto anche l’accertamento tecnico sull’episodio della cena: “Una norma del codice di procedura penale dice che la contestazione deve essere chiara e precisa e ancora oggi non è così. Allora abbiamo chiesto di fare riscontri e di vedere semplicemente se in una qualsiasi giornata di ottobre del 2013 le celle telefoniche di queste quattro persone sono state tutte contemporaneamente nello stesso posto”.

‘Mio matrimonio era in crisi’ – Al termine dell’incontro con i giornalisti il direttore di Telemolise ha voluto infine parlare anche delle sue vicende personali: “Fabio Papa si è trovato in questa costruzione mostosa solo perché abbiamo avuto una relazione. All’epoca era in atto una profonda crisi matrimoniale con mio marito per altri motivi. Avevo chiesto la separazione in tribunale e proprio in quei mesi del 2013 sono tornata indietro sui miei passi, l’ho fatto per i miei figli. L’affetto con Ulisse è grande ed è sopravvissuto a questa crisi. Quindi tutto il dramma che ha vissuto Fabio Papa è avvenuto nel periodo in cui ci siamo lasciati, la nostra storia era finita”. E ha concluso: “Io avevo questa relazione quando l’allora governatore Michele Iorio fu condannato in primo grado per la Bain&Co. Una condanna fatta infliggere da un magistrato integerrimo come Fabio Papa. Se io avessi avuto il potere di incidere sulla sua attività giudiziaria forse sarei riuscita ad ammorbidire quel magistrato contro il mio amico Michele Iorio”.

La replica del governatore: ‘Vi accusa magistrato, non io’ – “Manuela Petescia continua a ripetere che sono un bugiardo. E allora perché quando, lo scorso giugno, lei e il dottor Fabio Papa potevano ufficialmente smentirmi, si sono rifiutati, entrambi, di partecipare al confronto al quale ci aveva invitati il procuratore di Bari? Ancora mi domando come mai. Quale migliore e più autorevole occasione di quella per dimostrare che sono un confezionatore di bugie seriali senza aspettare l’eventuale udienza preliminare?”. Così il governatore Paolo Frattura replica alle accuse nei suoi confronti mosse oggi durante una conferenza stampa dal direttore di Telemolise. “Sempre a proposito di ‘bugie’ e ‘bugiardi’, di mestiere non faccio il magistrato – prosegue il presidente -. Manuela Petescia, non potendo altro, adesso prova a confondere le acque: la richiesta di rinvio a giudizio nei suoi confronti e nei confronti di Fabio Papa c’è o non c’è? Semplicemente ridicolo. Ridicolo e discutibile sul piano dell’onestà intellettuale, il suo tentativo di spostare l’attenzione dai fatti sostenendo che io mi sia inventato tutto. Ancora una volta ribadisco che si tratta di atti giudiziari emessi da un magistrato. E solo perché io ho denunciato? Piuttosto riduttiva una simile lettura”.

‘Sulla cena ci sono prove inconfutabili’ – “La Procura di Bari contesta anche fatti e circostanze che vanno ben oltre la mia denuncia”. E su questo tema Frattura chiude: “La storiella ripetuta come un mantra della cena ‘mai avvenuta’ è stucchevole: lo sa bene, il direttore di Telemolise, che esistono prove inconfutabili di quanto accaduto. Non a caso le indagini si sono chiuse con la formulazione di pesanti ipotesi di reato e si è giunti alla richiesta di processo”. Frattura infine risponde alle critiche sulla scelta di tenere ieri la sua conferenza stampa a Palazzo Vitale: “Faccio presente che oltre a me, Paolo Frattura presidente della Regione, tra le parti offese c’è la Regione Molise, rappresentata dal suo presidente pro tempore. Serve aggiungere altro?”.

Fonte: ANSA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Futuro Molise
pasticceria Di Caprio
Maison Du Café Venafro
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
Maison Du Café Venafro
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
pasticceria Di Caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: