PESCOLANCIANO – “Un clima di veleno e odio”: l’ex sindaco Padula spiega il perché delle sue dimissioni

Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
DR F35 Promozione
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

PESCOLANCIANO – In paese un clima di “veleno e odio”. Il sindaco di Pescolanciano Domenico Padula che, lo scorso 29 ottobre si è dimesso insieme  al vicesindaco, Gianfranco Caldararo, spiega le sue ragioni in una lettera ai cittadini.  “La nostra è stata una decisione necessaria ed inevitabile – scrive Padula nella nota –. Riteniamo che il clima di veleno e di odio che è stato creato nel nostro Comune, da ormai 18 mesi, non è più gestibile ed arreca grave danno alla collettività. Siamo arrivati ad una situazione di estrema gravità funzionale, più volte segnalata agli Uffici della Prefettura. Come estremo rimedio, è rimasto solo l’istituto giuridico delle dimissioni del Sindaco, che porta inevitabilmente allo scioglimento del Consiglio Comunale ed alla nomina del Commissario Prefettizio. Profondamente segnato da questa inevitabile decisione che interrompe, purtroppo, anche il nostro impegno amministrativo e la realizzazione del nostro Programma, avverto il bisogno di ringraziare l’Esecutivo e i giovani Consiglieri di Maggioranza che, fin dall’inizio del nostro mandato, si sono impegnati, insieme a me, senza limiti, per dare a Pescolanciano centralità, visibilità e servizi efficienti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: