ISERNIA – Allarme terrorismo, la polizia intensifica i controlli sul territorio. Identificate mille persone e 600 auto

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana

ISERNIA – Nel corso degli ultimi giorni, è stata intensificata al massimo l’attività di controllo del territorio e di prevenzione da parte della polizia di Stato di Isernia. Infatti, alla luce dell’attuale clima di tensione internazionale, il questore. Vincenzo Vuono, in linea anche con le superiori direttive, ha predisposto specifici servizi di controllo del territorio che hanno visto impiegate numerose pattuglie della Squadra Volante, della Squadra Mobile e della Digos con la collaborazione delle specialità della Polizia di Stato.

Particolare attenzione è stata rivolta ai luoghi maggiormente frequentati dalle persone, agli esercizi pubblici e commerciali specialmente nelle ore serali e notturne e agli obiettivi maggiormenti esposti a rischio.

Durante tale attività sono stati effettuati oltre 130 posti di controllo  che hanno permesso di identificare circa 1000 persone, alcune delle quali con pregiudizi di polizia e controllare oltre 600 veicoli; sono state contestate 115 infrazioni al codice della strada, ritirati 5 documenti di circolazione e sottoposti a sequestro amministrativo 3 veicoli non in regola con la normativa vigente in tema di circolazione stradale.

Il questore di Isernia, sempre nell’ambito di tale attività ha emesso due provvedimenti di “Divieto di ritorno” nel Comune di Montaquila nei confronti di due pregiudicati italiani, entrambi residenti in Friuli Venezia Giulia, A.G. di anni 64, con numerosi pregiudizi di polizia a carico per reati contro il patrimonio, la fede pubblica, la persona, l’ordine pubblico, l’amministrazione della giustizia e porto abusivo e detenzione di armi, e C.E. di anni 63, anch’egli con numerosi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, la persona la pubblica amministrazione nonché già destinatario di analoghi provvedimenti di divieto di  ritorno in altri comuni. I due non potranno far ritorno in paese per un periodo di tre anni senza autorizzazione dell’Autorità di Pubblica Sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: