CAMPOBASSO – Truffa e riciclaggio internazionale di veicoli, la Polizia di Stato trae in arresto un marocchino

ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino

CAMPOBASSO – Nella tarda serata di ieri, la Polizia di Stato di Campobasso ha tratto in arresto un cittadino italiano di origini marocchine poiché colpito da un mandato di cattura europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria tedesca per truffa e riciclaggio internazionale di veicoli.

Per dare esecuzione al citato mandato di cattura, personale della Squadra di P.G. della Sezione di Polizia Stradale di questo Capoluogo e un’unità operativa del Distaccamento di Larino si recava presso la residenza del ricercato e dopo un lungo appostamento riusciva a riconoscere lo stesso all’interno dell’abitazione; a quel punto venivano precluse tutte le  possibili vie di fuga e si procedeva ad entrare nell’appartamento. All’interno dello stesso, vi era il solo cittadino di origini marocchine che, vistosi braccato, non opponeva alcuna resistenza.

Già in due precedenti occasioni, la stessa Squadra di P.G. aveva favorito l’arresto del medesimo a seguito di circostanziate segnalazioni: una del maggio 2013 in territorio lussemburghese e l’altra del decorso mese di marzo in territorio italiano, sempre per riciclaggio internazionale di veicoli.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: