ISERNIA – Polizia di Stato, nel 2015 più controlli e meno reati

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud

ISERNIA – L’anno che si sta per concludere è stato particolarmente proficuo per la Polizia di Stato di  Isernia. Confrontando i dati di quest’anno con quelli del 2014, risulta evidente che i reati in generale nella Provincia hanno subito un calo notevole.
In particolare, hanno avuto una flessione del 60% i furti con strappo, del 16% i furti in esercizi commerciali e sono diminuiti i reati contro la persona.
Tali risultati sono il frutto dell’intensificazione dell’attività di prevenzione, infatti, durante questi dodici mesi sono state effettuate circa 13.000 identificazioni e controllati più di 8700 veicoli, con un incremento totale dei controlli, rispetto all’anno precedente, del 35%. Detta attività è stata svolta dalla Polizia di Stato di Isernia anche con l’ausilio dei Reparti Prevenzione Crimine di Napoli e Pescara che più volte sono stati aggregati durante l’anno a richiesta della Questura.
Particolarmente incisiva è stata l’adozione delle misure di prevenzione; la Divisione Anticrimine della Questura ha emesso 67 “Avvisi Orali”, con un aumento del 56% rispetto al 2014, 41 “Fogli di via Obbligatori”, 6 D.A.S.P.O., 4 “Ammonimenti” ed una “Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza”.
La Divisione Amministrativa e Sociale ha intensificato i controlli agli esercizi pubblici e commerciali in genere ed in particolare ai “Compro “Oro”,  “Money Trasfert”, “Internet Point”,  Bar  forniti di slot machine ed alle sale giochi.
Per quanto concerne la gestione dell’Ordine Pubblico si è registrato un aumento sensibile dei servizi predisposti, d’intesa con la locale Prefettura, per le manifestazione pubbliche, sportive e non, anche con l’ausilio, spesso, dei Reparti Mobili aggregati per l’occasione. Tra i servizi più importanti si ricordano il Giro d’Italia, i derby calcistici tra Agnone, Campobasso ed Isernia, le visite dei Ministri della Giustizia, dell’Istruzione e del Lavoro, le celebrazioni eucaristiche collegate al Giubileo, in particolare l’apertura della Porta Santa del Santuario di Castelpetroso, della Cattedrale di Isernia e della Concattedrale di Venafro.
La Polizia di Stato a Isernia è stata poi impegnata anche nel soccorso pubblico: basti ricordare l’emergenza neve dell’inverno scorso e, poi, nel mese di ottobre, un movimento franoso che ha colpito alcune frazioni del Comune di Sesto Campano con lo sgombero di 45 abitazioni; in quell’occasione, per evitare atti di sciacallaggio, furono predisposti specifici servizi di vigilanza sui territori colpiti dall’evento.
Molte le iniziative della Questura con le istituzioni scolastiche: sono state organizzate  in varie scuole superiori della provincia, una serie di conferenze a cura di esperti della Polizia di Stato, della Procura dei Minori e dell’Ufficio Scolastico Regionale, in cui sono stati trattati temi di particolare interesse per gli studenti quali la conoscenza e il rispetto del codice della strada, i rischi dell’abuso di alcool e droga, il bullismo e i  pericoli del web. Inoltre, tante le iniziative della Polizia di Stato con i più giovani nell’ambito del progetto di educazione alla legalità dal titolo “Il Poliziotto un amico in più”: consegna del “Mio Diario”, un’ agenda ricca di vignette che affronta le norme basilari dell’educazione civica, agli alunni delle scuole elementari del capoluogo pentro; le visite degli studenti più piccoli agli uffici della Questura e della Sezione della Polizia Stradale; un concorso rivolto a tutti gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado dal titolo “La Corretta Alimentazione ci fa crescere” , inserito in un percorso educativo – formativo che ha coinvolto la Polizia di Stato, il mondo scolastico e l’UNICEF.
In seguito alle recenti tensioni internazionali che hanno determinato l’innalzamento dei livelli di sicurezza su tutto il territorio contro il rischio terrorismo,   il questore, Vincenzo Vuono, in attuazione delle direttive impartite nell’ambito del Comitato Provinciale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto,  ha predisposto specifici servizi di vigilanza, anche nelle ore serali e notturne, riservando particolare attenzione ai luoghi maggiormente frequentati dalle persone, agli esercizi pubblici, agli esercizi commerciali e a tutti gli obiettivi “sensibili” della Provincia, anche al fine di contrastare i furti ed i reati predatori in tutto il territorio pentro.
L’Ufficio Immigrazione, infine, è stato impegnato nella gestione di centinaia di profughi richiedenti asilo ospitati nelle strutture di accoglienza ubicate nella provincia di Isernia. Nel 2015 sono arrivati più di 570 stranieri, compresi nuclei familiari e minori non accompagnati, che hanno fatto richiesta di protezione internazionale; sono state effettuate 16 espulsioni, registrando un aumento del 50% rispetto al 2014, alcune con accompagnamento alla frontiera e presso i Centri di Identificazione ed Espulsione presenti sul territorio nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: