EVENTI – La pace del cuore è il cuore della pace. La famiglia. Il messaggio di Bregantini

eventi tenuta santa cristina venafro
DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
DR F35 Promozione
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

JELSI – “Sono lieto di poter inviare a voi un rapido messaggio di congratulazioni per il Convegno che state vivendo, messaggio affidato alla voce  e al cuore di don Peppino Cardegna, parroco di Jelsi”.
Questo l’incipit del messaggio inviato da mons. GianCarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Bojano, in occasione del convegno sulla Immigrazione e Integrazione Sociale che si sta svolgendo in queste ore a Jelsi, dal titolo “La pace del cuore è il cuore della pace. La famiglia”.
“La tematica La pace del cuore è il cuore della pace. La famiglia – scrive ancora Bregantini – è l’attuazione di un duplice indirizzo su strade che stiamo percorrendo tutti in Europa e in Italia. Da una parte sentiamo vivo l’appello di papa Francesco: “Vinci l’indifferenza, conquista la pace” nel quale ci stimola a dare alla nostra vita un cuore solidale, un cuore di carne e non di pietra, unica condizione perché la pace sia presente sempre nel nostro cuore e il cuore di ciascuno si faccia culla della pace. Già in famiglia si impara l’armonia della solidarietà superando la logica del “non tocca a me” che si fa delega pesante e strada priva di motivazioni personali. Dall’altra parte sentiamo che la prossima Giornata dei Migranti che celebreremo in Italia domenica 17 gennaio e da voi già anticipata da questa interessante e partecipato Convegno.
Oggi infatti è decisivo la cultura positiva verso la diversità che si fa accoglienza, non satira pesante nei confronti della religione altrui. Sapersi accogliere nella diversità già nella comunicazione non verbale, permette di saper gestire le naturali diversità che proprio nella famiglia hanno la loro scuola di vita. Condivido perciò in pieno il vostro cammino, ne apprezzo la variegata articolazione nei tanti relatori e credo che sarà di crescita preziosa per il Comune e il Borgo vivace di Jelsi, che nella festa del grano ogni anno sa farsi palestra di cultura.
Per questo rinnovo ancora il mio grazie per aver invitato nella festa scorsa la coraggiosa figura di mons. Sakò che ci ha colpito per la serenità e la tenacia della sua vita proprio perché vive a Bagdad, terra di grande divisioni e di pericolosi contrasti dove lui svolge un costante servizio alla pace. Con affetto e la mia benedizione personale vi saluto tutti di cuore”
.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: