SANITA’ – Emodialisi, carenza di personale a Termoli

pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro

TERMOLI – Una lettera aperta per denunciare, ancora una volta, quello che manca negli ospedali pubblici molisani. La missiva è a firma dell’associazione ANED – Associazione Nazionale Emodialisi Dialisi e Trapianto Onlus  che, da 42 anni, tutela i pazienti del reparto Emodialisi di Termoli-Larino.
Il disprezzo assoluto nei confronti della sanità pubblica, come evidenziato dai piani di riassetto del settore, si traduce in disagi sempre maggiori per i pazienti delle strutture poste alla “periferia dell’Impero” – afferma Domenico Farina (delegato ANED regione Molise) -. È questo il caso del reparto di Emodialisi presso l’ospedale di Termoli“.
La struttura ha soli due medici che devono alternarsi su tre turni per sei giorni alla settimana.
Al di là delle facili considerazioni sulla turnazione – si legge – è evidente la assoluta mancanza di continuità assistenziale che i pazienti devono patire. Una carenza che si sta protraendo dal mese di aprile 2015, quando la dottoressa Maria Pia Monaco ha ottenuto un trasferimento presso l’ospedale di Teramo e che si è aggravata ad ottobre dello stesso anno, con il trasferimento del dr. Paolo Palladinetti ad Avezzano.
Siamo, in qualità di pazienti, costretti ad assistere ad una turnazione di medici ai limiti del ridicolo, con professionisti non specializzati nella materia presenti “tanto per” (si badi, non per loro colpa ma per riempire gli evidenti vuoti in organico).
Tutto ciò  – commenta Farina – si trasforma in un rapporto a dir poco non ottimale tra medico e paziente, indispensabile in tutti i settori e quindi anche nella emodialisi, dove il medico deve conoscere, almeno statisticamente, le abitudini del paziente, le sue capacità di sopportare la terapia, la sua reattività ed il suo profilo psicologico, aspetto che non va affatto sottovalutato“.
Per questo l’associazione chiede alla ASREM “di riequilibrare al più presto la situazione, con le forze in organico o con assunzioni ex novo, se necessario sottraendo risorse alla sanità privata convenzionata e ricordando la vocazione pubblica del Sistema Sanitario Nazionale“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: