SCUOLE – San Giovanni Bosco, alunni ancora a rischio trasferimento. Mamme adirate

faga gioielli venafro isernia cassino
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro

ISERNIA –  Ennesima beffa ai danni dei bambini della San Giovanni Bosco di Isernia che rischiano di essere trasferiti, ancora una volta, nei locali della Tipografia Cicchetti.
Dopo la mancata esecuzione dell’ordinanza dello scorso novembre, a firma del prefetto Saladino, che prevedeva proprio lo spostamento degli scolari presso la struttura di San Lazzaro, oggi si paventa di nuovo tale ipotesi. Sotto accusa le stanze anguste, buie e poco salubri dell’edificio,  inadatte ad ospitare le aule di una scuola.
Già allora molti genitori espressero disappunto per tale decisione.  Nei mesi successivi, in tanti si sono attivati per trovare una sede sicura, idonea ad ospitare gli alunni dell’infanzia, e dopo riunioni e tavoli tecnici con autorità e rappresentanti scolastici è stata individuata l’ex sede dell’Università, sita in corso Marcelli.
Purtroppo – affermano le mamme e i papà – neanche questo è bastato a far arretrare il comitato ‘Pro Cicchetti’ che si professava “per una scuola sicura” ed oggi, a seguito dello sciame sismico che ha colpito la provincia di Campobasso, ha colto l’occasione per chiedere nuove perizie sulla sede storica che attualmente ospita i nostri bambini. I nostri figli, dunque, sono ancora una volta oggetto degli umori politici e/o dei capricci di poche mamme che non rappresentano il volere della maggioranza. In data odierna c’è stata una visita di alcuni tecnici e dei vigili del fuoco presso la struttura sita in corso Garibaldi, probabilmente con l’intento di volerne dichiarare l’inagibilità. Tuttavia, non sono stati effettuati rilievi tecnici atti a produrre adeguate certificazioni“.
A tal punto le mamme, contrarie a dar seguito a questo ping pong interessato, a danno di ignari bambini, richiedono al Comune di Isernia rilievi tecnici da effettuarsi a tappeto su tutti gli edifici scolastici, prima di ogni eventuale spostamento degli alunni che, secondo notizie ufficiose, dovrebbe avvenire già mercoledì 20 gennaio.
“A tutto ciò si aggiunge il fatto – continuano le mamme – che stiamo per entrare in campagna elettorale ed i bimbi saranno messi su una tipografia che funzionerà a pieno regime, vittime di fumi e calori che potrebbero metterne a repentaglio duramente la salute. Non dimentichiamo che è in atto una transazione tra il Comune e lo stesso Cicchetti, senza la quale l’ente rischia il pignoramento”.
Intanto l’intera questione è già stata posta nelle mani dei Nas, della Corte dei Conti e della Procura di Isernia, affinché sia valutata in toto, senza tralasciare alcun dettaglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: