MOLISE – Anno Giudiziario, le lacune strutturali sono quelle di sempre

Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
eventi tenuta santa cristina venafro

CAMPOBASSO – Poco è cambiato dallo scorso anno a oggi. Il resoconto nella celebrazione dell’anno giudiziario in Molise, avvenuto stamane a Campobasso nell’aula magna del Convitto Mario Pagano, da quanto è emerso dalla relazione della presidente della Corte d’appello facente funzioni Rossana Jesulauro, presenta pochi cambiamenti in ordine ai problemi che da tempo affliggono la macchina giudiziaria soprattutto locale. Lunghe, infatti, restano le durate dei procedimenti che secondo la dott.ssa Iesulauro sono addebitabili all’accresciuto aumento delle cause, alla inadeguatezza degli organici, sia dei magistrati che del personale degli uffici dei Tribunali, alla lentezza dei trasferimenti dei giudici nei posti vacanti e soprattutto dalle norme procedurali. La Corte d’appello di Campobasso sebbene in un momento di profonda incertezza, per ottimizzare il suo funzionamento sta procedendo ad una modernizzazione della sua giurisdizione puntando ad un netto ed evidente miglioramento della sua organizzazione interna. Un intervento che già registra nel  settore civile una diminuzione delle controversie del lavoro con l’annullamento di molti ritardi nell’arretrato e nei tempi di conclusione di moltissimi processi. Importantissimi risultati in fatto di produttività sono stati raggiunti, poi, dal Tribunale di Isernia. Il Presidente della Corte di Appello di Campobasso, infatti, ha spiegato come nella città pentra sia stato rilevato con soddisfazione questo risultato. Sul piano specifico rilevante è la constatazione dell’aumento su scala regionale dei reati contro la pubblica amministrazione,  per stalking, mentre nessuna sopravvenienza c’è per i  i reati di indebita percezione di contributi e finanziamenti, per delitti di associazione a delinquere. Costante e in  aumento i reati di omicidio e lesioni colpose gravi e gravissime da infortuni sul lavoro e da incidenti stradali.  Aumento notevolissimo dei reati contro il patrimonio, 113 quelli di maggiore gravità 760 quelli di minore offensività. Un andamento tutto sommato tranquillo rispetto ad altre realtà giudiziarie nazionali in uno scenario dove le ombre sono moltissime, le carenze di organico, come sottolineato da tutti i partecipanti all’Inaugurazione dell’Anno giudiziario, dal Ministero della Giustizia e al Consiglio Superiore della Magistratura, sono ataviche e dove c’è la minaccia dello smantellamento della Corte d’Appello di Campobasso. Un provvedimento, quest’ultimo gravissimo per l’identità e la sopravvivenza della Regione Molise che toglierebbe spazi occupazionali e temporali più celeri nella risoluzione di controversie legali aumentando i disagi e la tendenza di azzeramento di altre strutture legate alla stessa Corte con gravissime ricadute logistiche ed economiche.

Aldo Ciaramella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: