RELIGIONE – Tufara chiede il riconoscimento di santuario diocesano

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – La Comunità di Tufara ha chiesto ufficialmente il riconoscimento di Santuario diocesano per la casa dove nel 1084 nacque Giovanni da Tufara proclamato santo nel 2013 dalla Congregazione della cause dei Santi. La dimora di San Giovanni che passò la vita da eremita nel bosco Mazzocca, tra Riccia, Foiano e Baselice, si trova nel centro storico del paese in provincia di Campobasso, è già sede di pellegrinaggi di fedeli che si recano giornalmente per venerare il santo fortorino, veneratissimo nello stesso paese natio dove è il santo protettore e quindi a Foiano a Baselice e in tutta l’area che si trova tra il Molise che si affaccia sulle rive del fiume Fortore e la Subdaunia. Le pratiche già in via di espletamento da parte di Comitati e dell’Amministrazione di Tufara, saranno inoltrate al Vescovo di Campobasso Bojano mons. Bregantini. Un provvedimento molto atteso dai paesi della valle del Fortore su cui dalla documentazione in parte già elaborata, la Diocesi di Campobasso – Bojano  potrebbe esprimersi senza riserve in breve tempo. Il riconoscimento richiesto acclarerebbe, pertanto, definitivamente  le radici del Santo nell’area fortorina convalidando ancora una volta se ce ne fosse ancora bisogno in maniera ufficiale le origini del Santo a Tufara e quindi qui la sua venerazione in via ufficiale.

Aldo Ciaramella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: