SANITA’ – Il “day after” tra commenti e polemiche

ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
DR F35 Promozione
pasta La Molisana
DR 5.0 Promozione
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud

ISERNIA – A distanza di qualche ora dall’incontro con il governatore Frattura a Isernia, non si spegne l’eco dell’acceso dibattito che si è innescato sulla Sanità.
E’ stato un confronto rispettoso delle posizioni di ciascuno che mi auguro sia il primo passo per la condivisione di scelte che porteremo avanti nella riorganizzazione sanitaria sul territorio”. Il commento del presidente della Provincia di Isernia, Lorenzo Coia, che ha aggiunto: “Sono stati esaminati e discussi i piani operativi regionali del sistema sanitario regionale dopo l’illustrazione dei contenuti della razionalizzazione da parte del Presidente Frattura. Per la prima volta si è registrata un’ampia partecipazione sia di amministratori locali, di operatori sanitari che di semplici cittadini che si sono confrontati, anche se a volta con toni accesi, con il presidente della Regione che ha offerto la sua piena disponibilità al confronto”.
Non è dello stesso parere Lucio Pastore, portavoce del Comitato Bene Comune Veneziale, che dalla sua pagina Facebook  ha replicato così alle accuse di “inefficienza” ricevute da Frattura:Grazie a tutti i cittadini che sono stati presenti alla provincia. Da oggi Isernia deve iniziare una riscossa da portare in tutta la regione.
Voglio solo ricordare al governatore, che non mi ha permesso di replicare, che, negli ospedali, tutti i pronto soccorsi sono centri di costo, come le rianimazioni, e non è possibile che siano in attivo.
Chi si intende di economia
– ha spiegato l’ex primario – comprende cosa voglio dire e questo dimostra la pochezza e la disonestà di chi ci governa. Ricordo ancora al governatore che abbiamo presentato linee guida metodologiche per costruire un piano sanitario che metta al centro i bisogni dei cittadini e che va, pertanto, nella direzione opposta a quella del suo piano, che privilegia, invece, gli interessi dei privati arrivando addirittura a trasferire l’ospedale pubblico di riferimento della regione in una fondazione privata.
Se vuole, possiamo articolarlo anche nei particolari.
Inoltre, non vorremmo più parlare della morte avvenuta in pronto soccorso. Abbiamo già detto che viviamo come una sconfitta quell’episodio e ribadiamo che, nonostante la mancanza di personale, mezzi e posti letto, abbiamo sempre fatto quanto era ed è in nostro potere per dare le giuste risposte. Attendiamo con serenità i risultati dell’audit”.
Ad esprimere la più totale solidarietà a Lucio Pastore e a tutti gli operatori sanitari, “che in questi giorni non fanno altro che manifestare il proprio pensiero“, è stato l’on. Danilo Leva, che dalla sua pagina web si è schierato, senza mezzi termini, contro il governatore Frattura. “Toccherebbe alla politica ascoltarli, rispettarli e riuscire a condividere con loro le sfide del futuro. Con Pastore non ho avuto mai un rapporto tenero. – ha ammesso – Ma sarebbe bastato costruire una proposta di piani operativi dal basso e non tirarli fuori a giochi e decisioni quasi fatte. A volte il metodo è sostanza. 
Solo se tutti si sentiranno coinvolti allora la riorganizzazione sanitaria avrà le gambe per poter camminare. Solo se tra sanità pubblica e sanità privata ci sarà il giusto equilibrio nessuno si sentirà preso in giro. Noi, come annunciato ieri, andremo avanti in questa direzione”.
In merito all’iniziativa dei colleghi parlamentari Roberto Ruta e Danilo Leva si è espressa anche l’on. Laura Venittelli (PD): “Qualsiasi proposta migliorativa per il riordino della sanità e della rete ospedaliera in Molise deve essere tenuta in considerazione. Sul contenuto della loro proposta – ha dichiarato  – non posso esprimermi fino a quando non avrò modo di valutarne il contenuto, ma quanto già avvenuto in Consiglio regionale, con la richiesta di contributi a tutti i movimenti, partiti e associazioni rappresenta il giusto metodo di concertazione e confronto per il bene della collettività molisana.
Sul merito, ho lavorato con determinazione nel dicembre scorso  per portare a casa gli emendamenti utili al Molise, come quello salva-precari, risultato di un egregio lavoro di squadra che ha visto tutti gli esponenti istituzionali coinvolti agire per il bene comune dei molisani
”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: