POLITICA – Nel PD non c’è pace. A Isernia nebbia fitta per il candidato Sindaco

Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – L’esclusione o meglio il mancato invito all’assemblea cittadina del Pd ad Isernia dell’ex sindaco Gigi Brasiello riaccende un evidente dissidio all’interno del Pd o quantomeno con una parte del partito democratico:<Sono stato volutamente ignorato – ha commentato serenamente Brasiello – Il buon senso e le maniere che mi hanno messo da parte credo avrebbero dovuto suggerire un diverso atteggiamento. Sono il candidato sindaco uscente e penso proprio che avrei dovuto avere un trattamento di diversa caratura. Un pezzo del partito democratico ha inteso escludermi da questo tipo di scelta. Per quello che mi riguarda scenderò in campo per il partito solo se il candidato sindaco sarà di mio gradimento, in caso contrario mi tirerò fuori da ogni iniziativa e partecipazione>. Bocche cucite in casa Pd sul nome del candidato sindaco e soprattutto grandi incertezze e forti imbarazzi su come procedere nella strada per la sua scelta e su quali rappezzi proporre nello stesso partito immerso in una guerra di verità e contraddizioni su tutti i livelli dirigistici posti ognuno, perciò, in conflitto con l’altro, alla vigilia evidentemente di una resa dei conti che probabilmente potrebbe anche risultare salutare ed efficace per tutti, al momento, tuttavia, se capitasse, troppo complicata e  senza sbocchi con tempi ancora lunghi dai rituali compromessi di intesa. L’operazione elettorale di Isernia che trascina dietro tanti dissidi e rancori diventa per questo ancora più difficile nella ricerca di una indicazione condivisa con le conseguenze di aprire altri casi e scontri nel partito della Fanelli e di spalancare le porte per fughe impreviste. Quanto afferma poi l’ex sindaco e presidente della Provincia di Isernia, Brasiello, sono segnali evidenti di un malessere con piaghe diffuse:<Devono farci capire almeno quello che vogliono fare – ha concluso – se non si chiariscono tra di loro le elezioni le perdiamo. Per quanto mi riguarda io mi consulto solo con il presidente della Regione Frattura con il deputato Leva e con il presidente provinciale del Pd di Isernia prof. Alfonso Di Iorio. Dunque si mettessero d’accordo tra di loro in che modo vogliono gestire e portare avanti il partito. La segreteria regionale perché non dice nulla dov’è?>. Infine un appello e una provocazione a chi deve ascoltare:<Io ancora aspetto di sapere chi ha sbagliato al Comune di Isernia quando sono stato costretto ad abbandonare il palazzo di città!>.

Aldo Ciaramella 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: