AMBIENTE – Petacciato, dune ripulite invase da rifiuti

pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro

PETACCIATO – Cento sacconi e circa una tonnellata di rifiuti. Questa la quantità di ogni genere di oggetto raccolto ieri sul litorale adriatico dalle dune di Petacciato. L’iniziativa  promossa da <Fare verde> denominata <Mare d’inverno> ha coinvolto volontari e Associazioni ambientaliste tra le quali quelle del Basso Molise e articolo 21 di Petacciato. Il pezzo di spiaggia interessato alla pulizia  è stato quello che va dal lido di Petacciato verso Nord nei pressi del torrente Tecchio nel tratto che più di altri è di alto interesse comunitario particolarmente pregiato dal punto di vista naturalistico e paesaggistico. Il materiale raccolto va dalle bottiglie di acqua e bibite a flaconi taniche, dispenser, accendini, lattine, ogni sorta di oggetto “usa e getta”, boe, resti oramai irriconoscibili di sdraio, lettini ed ombrelloni, buste e teli di plastica difficilmente recuperabili perché rese friabili dal tempo e dalle intemperie; sulla spiaggia invernale, tra il materiale che il mare ci restituisce, c’è davvero di tutto. Nascosto tra le dune, inoltre, anche un’ alcova naturale di rami e tronchi, probabilmente utilizzata per incontri al riparo da occhi indiscreti, trasformato nel tempo in una vera e propria discarica a cielo aperto e che, nonostante il robusto intervento dei volontari, necessita ancora di una bonifica radicale da parte dell’amministrazione. Come si evidenzia nella nota di Fare verde quello che continua a sorprendere, è <l’impressionante presenza di materiale di scarto del commercio ittico: cassette di polistirolo, comunemente utilizzate per il trasporto e la vendita del pesce, e migliaia e migliaia di “reste”, le micidiali reti di plastica utilizzate per l’allevamento delle cozze, chiaramente gettate a mare senza alcuno scrupolo dopo l’uso, dagli operatori del settore>. L’associazione ambientalista del Basso Molise fa notare infine come non siano serviti a nulla gli appelli e le numerose denunce fatte negli anni scorsi da <Fare Verde> e da Ambiente Basso Molise, per segnalare il fenomeno alle autorità preposte affinché si adottassero maggiori controlli finalizzati all’individuazione dei responsabili. La sconcertante presenza dei rifiuti, plastica e polistirolo in particolare, non può passare inosservata o sottovalutata: il delicato equilibrio dell’ecosistema marino e dunale risente facilmente di tale invadente presenza capace di compromettere i naturali habitat per molte specie floristiche e faunistiche, sia terrestri che marine, peraltro già duramente minacciate dagli effetti delle intense attività di ricerca ed estrazione petrolifera a mare. Fare Verde, invita <i cittadini a riflettere su un rapporto più sostenibile con l’ambiente attraverso l’adozione di stili di vita meno spreconi e consumistici. Agli amministratori ed ai governanti invece, l’invito ad adottare ogni utile provvedimento finalizzato alla riduzione a monte della produzione dei rifiuti ed all’incremento di ogni forma di riutilizzo, recupero e riciclaggio>.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: