AMBIENTE – Trivelle in mare, salve le isole Tremiti

mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

TERMOLI – E’ di queste ore la notizia che la Petroceltic ha presentato al Mise istanza di rinuncia al permesso di ricerca in Mare, a largo delle isole Tremiti.
Ad annunciarlo è la stessa società, che sottolinea come “essendo trascorsi 9 anni dalla presentazione dell’istanza, periodo durante il quale si è registrato un significativo cambiamento delle condizioni del mercato mondiale, Petroceltic Italia ha visto venir meno l’interesse minerario al predetto permesso.
Saranno ottimizzati i programmi e le tempistiche dei lavori previsti per gli altri titoli minerari, nei confronti dei quali Petroceltic Italia mantiene inalterato il proprio interesse minerario e il proprio impegno ad operare nel pieno rispetto delle norme comunitarie e dello Stato italiano vigenti e dei più elevati standard del settore, nella massima trasparenza e in collaborazione con le comunità locali“.

La rinuncia della Petroceltic al permesso di ricerca al largo delle Tremiti è un’ottima notizia che si aggiunge a quella ottenuta grazie alla modifica normativa per  rispristinare il divieto di perforazioni entro le dodici miglia“. Il commento del senatore Roberto Ruta (PD).
“L’arcipelago delle Tremiti – afferma – è stato preservato da azioni invasive e destabilizzanti del delicato ecosistema che rende le Diomede quel paradiso naturale riconosciuto da tutti.
Un ringraziamento esplicito va a tutte le associazioni e comitati ed alle istituzioni che si sono attivate per sensibilizzare l’opinione pubblica e per far retrocedere la Petroceltic“.
In merito si esprimono anche dal Movimento 5 Stelle molisano: “Nel giorno della nostra ennesima azione in Consiglio regionale a difesa del territorio e del mare, la Petroceltic sembra arrendersi!
Come annunciato pochi minuti fa, la società ha presentato al Mise istanza di rinuncia in merito al permesso di ricerca nel Mare Adriatico meridionale, a largo delle isole Tremiti. Una vittoria per l’ambiente e per il nostro mare. Ma non bisogna abbassare la guardia e aspettiamo di leggere i documenti ufficiali.
Ci sono altri due progetti rischiosi che meritano l’attenzione delle istituzioni. Per questo la Regione deve darsi una mossa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: