SANITÀ – Iorio risponde al rettore Palmieri

mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO –  Le dichiarazioni del Rettore dell’Unimol Giammaria Palmieri concesse ad un quotidiano locale  hanno scatenato il putiferio nell’opposizione di palazzo Moffa e a rispondere con estrema immediatezza e abbastanza risentimento è stato l’ex governatore Michele Iorio: <E’ davvero sconvolgente l’affermazione del rettore Palmieri sulle politiche degli anni passati che secondo lui sarebbero state “clientelari, dissennate e immorali” portando la nostra regione allo sfascio della sanità pubblica a vantaggio del privato>.
Un giudizio che viene ritenuto sommario quello del prof. Palmieri che non riconosce secondo Iorio gli sforzi profusi per garantire ai cittadini una buona sanità e ad alcuni traguardi raggiunti nella strutturazione delle offerte  formative e sanitarie:< A cominciare dal riconoscimento di una facoltà di medicina presso la nostra Università pubblica ottenuta grazie all’impegno del rettore Cannata, del sottoscritto insieme con Silvio Berlusconi e Letizia Moratti e al sostegno per la realizzazione in Regione di servizi che in passato i molisani potevano ottenere solo in altre zone del paese ed anche molto distanti>.
Iorio ricorda al rettore Palmieri anche il livello di offerta raggiunto negli ultimi grazie alla dotazione di attrezzature degli ospedali e delle strutture convenzionate con il raggiungimento di livelli di alta qualità:<L’Irccs di Pozzilli e la Cattolica di Campobasso, rispettivamente per la neurochirurgia e la radioterapia, sono il risultato di un impegno politico preciso sul quale si dovrebbero spendere giudizi più meditati e meno sommari.>.
Sul piano di rientro della sanità locale precisa: <E’ una vera bufala ritenere o far credere ai cittadini che il disavanzo sanitario maturato nell’ultimo decennio sia determinato solo dallo spreco e, peggio ancora, dal così detto clientelismo. Negli anni del mio governo abbiamo ridotto il disavanzo annuale da circa 100milioni di euro a circa 30 milioni, durante gli ultimi anni del mio governo abbiamo ridotto di circa mille unità la dotazione del personale alla sanità soprattutto in campo amministrativo anche per effetto della scelta (molto contrastata dal centrosinistra) di realizzare la Asl unica del Molise molto prima del piano di rientro>.
E per finire sul pericolo di ulteriori tagli  di servizi ai cittadini conclude <Rispetto a questa eventualità occorre che la politica, ad ogni livello, si renda conto che se sarà così i cittadini molisani verranno privati di un bene essenziale che porterà all’involuzione del sistema regionale con pericoli anche per la sopravvivenza della stessa autonomia regionale. Al rettore tutto questo dovrebbe essere chiaro perché l’Università affronta rispetto alla politica nazionale le stesse problematiche e se dovessimo perdere l’autonomia si perderebbe forse ancor prima la stessa università>.

Aldo Ciaramella

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Pubblicità »

Colacem Sesto Campano
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola
fabrizio siravo assicurazioni

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Pubblicità »

caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola
fabrizio siravo assicurazioni
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
Edilnuova Pozzilli
error: