CASTEL SAN VINCENZO – L’Abbazia ricorda Madre Filippa, storica “colonna” da poco scomparsa

San vincenzo al Volturno abbazia
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

EVENTI – L’Abbazia di San Vincenzo al Volturno, il 12 febbraio scorso, ha perso una protagonista tra le più valide  ed assai apprezzata dalle comunità della zona, Madre Filippa. Per ricordarne spessore e valenza sociale, umana e religiosa domani sabato 12 marzo (h 17,00) verrà celebrata nella storica e monumentale Abbazia benedettina ai piedi delle Mainarde una S. Messa officiata dall’Abate di Montecassino -sito religioso, ricordiamo, cui appartiene l’Abbazia molisana- il Rev.mo Padre Donato Ogliari. Chi era Madre Filippa? Il suo nome di battesimo era Harriet Vurginia Kline ed arrivò a San Vincenzo al Volturno nel 1994 proveniente dal Monastero Regina Laudis degli Stati Uniti. Fu voluta, assieme alla Madre Superiora Rev. Madre Miriam -attualmente ospite di un istituto religioso di Cassino date le sue condizioni di salute-  ed alla compianta Madre Agnese, dall’allora Vescovo d’Isernia/Venafro, Mons. Di Filippo, per conferire a San Vincenzo il lustro che meritava. Madre Filippa, monaca di grande cultura, era laureata in Teologia, Antropologia e Archeologia, sapeva di musica ed era validissima interprete di canti gregoriani. Tanto Madre Miriam che M. Agnese e M. Filippa hanno sempre seguito alla lettera la regola di San Benedetto (Ora et Labora), dedicandosi alla lavorazione del terreno e producendo olio ed altri prodotti della terra del Volturno altissimo. Madre Filippa era anche esperta del web e nel tempo libero si dedicava ad un hobby particolarissimo: con maestria metteva assieme piccolissime perline di variegati colori realizzando monili, orecchini, bracciali, collane ed altro. Anche M. Miriam e M. Agnese si dedicavano a mansioni originali tra cui la lavorazione della ceramica. M. Agnese poi era scrittrice e rilegatrice di testi: in particolare di testi antichi per i quali realizzava le pelli per le copertine. “Tanto M. Agnese, scomparsa cinque anni orsono, che M. Filippa resteranno in maniera indelebile nei cuori e nelle menti delle popolazioni del Volturno altissimo”, asserisce Antonio Virgilio, Presidente della Pro Loco di Rocchetta e da sempre vicino all’Abbazia Volturnense.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: