WELLNESS – Mi alleno, si ma quanto? E quando?

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

ALLENAMENTO – C’è tanta confusione in giro sulle modalità e i tempi con il quale allenarsi perché al contrario di una medicina somministrata male, gli effetti di una errata somministrazione di un allenamento non si vedono immediatamente, ma con il tempo.
Una delle domande più frequenti che sento è: ma quante volte a settimana è giusto allenarsi? E qui bisogna chiarire due cose: innanzitutto bisogna distinguere lo sport (intesa come attività fisica codificata e strutturata) dal semplice muoversi.
Già. C’è una enorme differenza tra praticare una attività correttamente programmata e organizzata ad hoc per ottenere determinati obiettivi, e farsi una passeggiata. Detto questo diciamo che MUOVERSI deve essere fatto SEMPRE: utilizza le scale al posto dell’ascensore, cammina ogni volta che puoi, stai il meno seduto possibile! La frequenza ottimale di queste attività è OGNI MOMENTO. Per attività codificate invece (es. seduta in palestra, corsa attenendosi ad un protocollo concreto, seduta di basket etc) bisogna calibrare bene il CARICO DI LAVORO con un congruo RECUPERO.
Già, il recupero è una fase importantissima dell’allenamento stesso. Senza adeguati periodi di recupero tutto quello che ho fatto allenandomi può essere perso in breve tempo. Ma quanto allenarmi dunque a settimana? Diciamo che la frequenza ottimale e 3-4 giorni andando ad allenare generalmente tutti i gruppi muscolari principali per avere uno sviluppo armonico di tutto il corpo. Stessa cosa per gli sport come corsa o ciclismo, con questa frequenza si possono ottenere dei buoni risultati in termini di performance e miglioramento del wellness se svolti per bene. Diversa è la situazione per chi pratica agonismo e li le sedute sono quasi quotidiane, ma si va troppo nello specifico. La nostra olimpiade sta nel vincere le nostre sfide quotidiane, la nostra gara personale contro la forma fisica errata, l’inestetismo di turno, un problemino di salute risolvibile con il movimento e perché no la nostra competizione amatoriale!
Dunque, considerando che non abbiamo uno stipendio da professionisti, ne tantomeno le loro agevolazioni, non esageriamo spingendo il nostro corpo ogni giorno oltre il limite, ma limitiamoci a fare un lavoro corretto per 3-4 giorni a settimana non dimenticando che negli altri giorni occorre RECUPERARE per permettere al corpo di assorbire il lavoro svolto in allenamento e sfruttare i dovuti benefici.
Occhio dunque agli specchi per le allodole dei centri d’allenamento “pubblicitari” che tutto ci vendono tranne che la nostra salute, promettendoci i risultati voluti spendendo tutto il nostro tempo li dentro.

Una sola parola: equilibrio!

Chinesil

Dott. Mario Silvestri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: