AGRICOLTURA – L’importazione indiscriminata penalizza le eccellenze molisane

eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino

CAMPOBASSO – L’allargamento della commercializzazione di prodotti agricoli dall’area nord dell’Africa e dall’est dell’Europa rimangono un danno incalcolabile morale e materiale anche per la produzione molisana quella soprattutto impegnata nella coltivazione di alcune eccellenze quale olio, ortaggi, vini e pomodoro che oggi si trovano a soccombere per i costi bassi di importazione. Un tema che passa sulla pelle degli agricoltori e quindi del loro destino che vira sempre più alla povertà dove nessuno fin’ora ha preso posizioni ferme soprattutto le Associazioni e le Confederazioni agricole. Un grido d’allarme viene fuori da Amodio De Angelis già presidente della Coldiretti, presidente del Consorzio agrario e della Camera di Commercio di Campobasso:<Sono estremamente indigesti gli accordi internazionali con la UE per gli agricoltori molisani che vedono, ancora una volta, il settore agricolo trattato come merce di scambio, senza alcuna considerazione del pesante impatto che ciò comporta sul piano economico, occupazionale e ambientale – sottolinea De Angelis – Questo va ad aggiungersi alle 35mila tonnellate di olio d’oliva tunisino a dazio zero per il 2016 e 2017. Olio tunisino che, come ben sanno gli esperti, come tutti gli oli di oliva provenienti da climi caldi ha bassissime percentuali di acido oleico libero, che è una delle caratteristiche dell’olio di qualità, garantita nell’extravergine molisano. Questi attacchi ai prodotti simbolo della dieta mediterranea Made in Italy, che minacciano la sopravvivenza delle aziende agricole italiane – denuncia Amodio De Angelis – sono dei veri colpi bassi, insostenibili per gli agricoltori, che non riescono più a coprire con i ricavi i costi di produzione dei prodotti agricoli> De Angelis ricorda poi il prezzo del grano<Il prezzo del grano qui in Molise è ai minimi storici degli ultimi dieci anni, con la pasta italiana, che, a prezzi al consumo crescenti, aumentata sistematicamente la quota di mercato internazionale grazie all’appeal  del made in Italy, che però viene prodotto con grano straniero, proveniente da paesi dove addirittura è tollerato l’utilizzo di pesticidi da tempo vietati in Italia e dopo essere stato sottoposto a giorni e giorni di viaggio in stiva, con seri rischi che si formino aflatossine cancerogene>. Le responsabilità secondo De Angelis sono politiche a livello nazionale, soprattutto del governo Renzi che < non possono prendersi gli applausi solo con dichiarazioni di intenti a favore delle imprese agricole,  ma occorre che poi, nei fatti, sappiano rispondere alla necessità di rafforzare i controlli e stringere le maglie della legislatura per evitare frodi e inganni, occorrendo con urgenza uno sforzo aggiuntivo di valorizzazione delle produzioni nazionali, in un momento storico particolarmente favorevole per l’alta qualità>. L’ex presidente della Coldiretti regionale conclude affermando come sia importante  chiudere il cerchio delle filiere agroalimentari con le strutture associative gestite dagli agricoltori veri. <Il Consorzio Agrario, per esempio, nella nostra regione è ancora fermo al solo stoccaggio del grano (non sfruttando le sue grandi potenzialità di crescita), ma se non attiva dei contratti di filiera con pastifici della regione, realizzando una pasta garantita di grano molisano, sarà sempre succube delle dinamiche di mercato dei grandi numeri e delle speculazioni finanziarie, senza poter garantire il giusto reddito alle imprese agricole. Quando gli agricoltori non garantiscono le filiere corte, si consolidano le alchimie che permettono, come insegnano le frodi scovate dai NAS, all’olio lampante non commestibile di essere deodorato e raffinato all’estero, entrare in Italia, essere miscelato ed arrivare nella bottiglia con la connotazione “made in Italy>”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Futuro Molise
Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: