MUSICA – Il funambolo Silvestri strega l’Auditorium

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana

ISERNIA – Un acrobata più libero e leggero che mai, in perfetto equilibrio sul filo della vita, sospeso -nota dopo nota- tra quotidianità e fantasia.
Daniele Silvestri si è presentato così, librato in una magica atmosfera, all’Auditorium Unità d’Italia di Isernia; ad ascoltarlo, ieri sera, una nutrita platea (lontana però dal sold-out registrato nelle altre città italiane, che ospiteranno il suo tour 2016: il primo nei teatri).
Poliedrico, creativo, ironico e originale, come sempre, Silvestri ha trasformato la struttura pentra in un circo colorato e vibrante.
Per oltre due ore e mezza, sfoggiando giacche e chitarre sempre diverse, ha regalato ai presenti uno spettacolo inesauribile di buona musica e poesia, spaziando dai generi più vari: dal rock al funky, dalla canzone d’autore all’elettronica.
Ad arricchire il potente sound, non solo il gioco di luci che ha invaso il palco, ma soprattutto la bravura degli inseparabili musicisti. Agli ormai storici collaboratori Piero Monterisi (batteria), Gianluca Misiti (tastiere) e Gabriele Lazzarotti  (basso) si sono aggiunte quattro new entry: Duilio Galioto (tastiere), Sebastiano De Gennaro  (percussioni e vibrafono), Daniele Fiaschi (chitarre), Marco Santoro (fagotto, tromba e cori).
Positivo il riscontro del pubblico presente in sala, che ne ha apprezzato, oltre agli immancabili successi “Salirò”, “Occhi da orientale” (richiesti dagli stessi isernini), i brani del suo ultimo album “Acrobati”, lanciato solo da poche settimane, ma già ai primi posti delle classifiche italiane.
Credo sia la cosa più bella che ho fatto“, ha ammesso il cantautore romano, nel presentarlo, lo scorso febbraio.
E come dargli torto? È  davvero valsa la pena attendere tanto. A cinque anni dal suo ultimo album ‘S.C.O.T.C.H.’, il risultato è un lavoro maturo, meticoloso e interessante, ricco di contenuti e musica.
Un lavoro che è riuscito a contenere, solo in parte, gli entusiasmi dei fan che, a fine serata, non hanno retto all’atteggiamento ingessato, consono ad un teatro e, sulle note di Cohiba, si sono scatenati, dimenticando la sobria e istituzionale location.

IMG-20160319-WA0009 (1)

IMG-20160319-WA0014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: