ACQUA – Il Molise è la regione dove l’acqua costa meno in Italia, Isernia la città più economica

Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita

ISERNIA – Con una tariffa media a famiglia di 117 euro all’anno, la città “Pentra”, si attesta la meno cara di Italia per il servizio idrico, mentre ammonta a 142 euro il costo annuale dell’acqua in Molise, ben al di sotto dei 376 euro di media nazionale.  In Regione però si registra anche una più alta percentuale di acqua sprecata rispetto al resto del Paese: 42% rispetto al 33% della media nazionale. Questi i dati dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva che per l’undicesimo anno consecutivo ha analizzato i costi sostenuti dai cittadini per il servizio idrico integrato.

Le regioni centrali si caratterizzano per tariffe più alte con 511 euro annuali e un maggior incremento rispetto al 2014 (468 euro, +9,2%), segue l’area settentrionale (+5,1%) e quindi quella meridionale (+3,2%). A livello regionale, le tariffe più elevate si riscontrano nell’ordine in Toscana, Marche, Umbria, Emilia Romagna e Puglia. Quelle meno care sono invece, appunto, quelle molisane.

Fra i capoluoghi di provincia, le città più care si confermano essere le toscane: Grosseto e Siena con 663 euro prendono il posto occupato nel 2014 da Firenze, seguono Livorno (628), Pisa (621), Carrara (609). Isernia si conferma come città meno cara (117 euro, erano 120 nell’anno precedente); seguono Milano, con i suoi 140 euro (ed un aumento del 3%), e Campobasso dove l’acqua costa 166 euro (dato stabile da una decina di anni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: