SCUOLA – Referendum contro la legge 107/15, nasce il Comitato regionale promotore

sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

La FLC CGIL Molise ha indetto per martedì 5 aprile 2016 alle ore 16, nell’Auditorium IPIA Montini di Campobasso, l’Assemblea costitutiva del Comitato regionale promotore del Referendum contro la legge 107/15. Quattro i quesiti per abrogare la cosiddetta ‘Buona Scuola’ di Renzi.
Dalla “Chiamata diretta dei docenti” allo “School bonus“, dal “Comitato di valutazione” all'”Alternanza scuola lavoro“.
“Chiediamo – spiega Pino La Fratta, segretario regionale FLC CGIL – che vengano aboliti il comma 18 e i commi da 79 a 83 in tutto o in parte, laddove si stabilisce la “chiamata diretta” dei docenti da parte del dirigente che snatura la caratteristica di comunità educante della scuola.
Chiediamo, inoltre, che vengano abrogati i relativi commi che minacciano il lavoro collegiale e introducono una competizione individuale senza regole contrattuali  (decisi praticamente dal dirigente scolastico), allo scopo di ripristinare le funzioni precedenti del comitato di valutazione secondo il T.U.  297/94  e l’attribuzione del fondo per la valorizzazione dei docenti alla contrattazione.
Chiediamo – continua il sindacalista  – che vengano abrogate le parti del comma 33, che impongono, senza alcuna flessibilità, che gli studenti dei tecnici‐professionali e dei licei svolgano rispettivamente 400 e 200 ore in azienda.
Una quota fissa che di fatto cancella ogni valenza educativa, perché stabilita al di fuori di qualunque progetto formativo deciso dalla scuola e mina nei fatti l’autonomia delle istituzioni scolastica, riconosciuta  dalla Costituzione. Chiediamo infine di cancellare un beneficio riservato alle scuole private: le erogazioni liberali non dovranno più essere riservate alle singole scuole, ma all’intero sistema scolastico, scongiurando così anche la possibilità che le scuole private sfruttino tali meccanismi per eludere le tasse su una parte delle rette e ci sia una sperequazione – conclude – tra aree deboli e quelle forti del Paese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: