SANITÀ – Accordo Ruta, Leva, Frattura, per Pastore:”gioco delle tre carte”

mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
vaccino salva vita

ISERNIA – “Leggendo della conferenza stampa del governatore e dei due parlamentari sulla sanità mi sono ricordato dell’art. 27 della Real Marina Borbonica:”Facit ammuina“. È critico Lucio Pastore, referente del Comitato Bene Comune Veneziale,  in merito al nuovo accordo partorito da Ruta, Leva e Frattura.
Pochi mesi fa ci vennero presentati i primi piani operativi – afferma l’ex primario del Pronto Soccorso – che chiaramente privatizzano il SSR. Il documento di detti piani era carente di molti allegati esplicativi. Alla richiesta da parte dei comitati, dei sindacati, di Cittadinanzattiva di questi documenti il governatore ha sempre promesso di renderli noti e non li ha mai presentati. Una simile azione di occultamento di un atto ufficiale non è stata fatta neppure da Michele Iorio. Forse erano contenute in quelle pagine cose impresentabili.
Dopo le proteste del Forum in difesa della sanità pubblica ed ancor più, dopo la grande fiaccolata di Isernia, hanno deciso che bisognava cacciare qualcosa dal cilindro.
Ed ecco una bella conferenza stampa dove si prospetta una fondazione a governance pubblica ( che significa? ), con spostamenti di letti dal privato al pubblico non molto comprensibili, con 60 milioni ( quanti ne occorrerebbero per mettere a norma il Cardarelli come scritto nei piani operativi )dati alla Fondazione per adeguamenti strutturali per dare in comodato d’uso i locali costruiti con denaro pubblico e regalati alla Cattolica.
Mi sembra, questo, il famoso gioco delle tre carte. Ma la cosa più grave -commenta Pastore – è che tutto viene presentato in una conferenza stampa, al di fuori di tavoli istituzionali, e senza dare uno straccio di documento su cui ragionare. E mentre si prospetta, in conferenza stampa, una volontà di dialogare, continua nei fatti la distruzione degli ospedali pubblici e gli investimenti pubblici nel privato convenzionato”.
Il Forum, intanto, ha già deciso per il giorno 18 maggio una grande marcia a Campobasso in difesa della sanità pubblica.
Ricordiamo, per finire, il testo dell’art. 27: “All’ordine, Facit ammuina, chi sta a prua va a poppa, chi sta a poppa va a prua, chi sta a dritta va a manca, chi sta a manca va a dritta. Chi sta ncopp va sott e chi sta sotto va ncopp, passann p’o stess portugio. E chi nun ha nient a fa, s’arrmen- conclude il medico – a ca e a lá “.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: