CENTRI PER L’IMPIEGO – Lavoratori in stato di agitazione, chiesto tavolo al Prefetto

pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Le segreterie unitarie FP CGIL e UIL FPL dichiarano, a partire da oggi, lo stato di agitazione dei dipendenti, a tempo determinato, dei Centri per l’Impiego della Provincia di Campobasso, sollecitando con urgenza l’attivazione di un tavolo di conciliazione per i 27 istruttori direttivi il cui contratto scadeva il 31 marzo scorso, ma che fino ad oggi hanno regolarmente prestato servizio  nelle sedi di Campobasso e Termoli, in quanto sollecitati dallo stesso presidente De Matteis.
“Tale istanza – spiega il segretario generale FP CGIL Susanna Pastorino – è dettata, in particolare, dalla mancata formalizzazione dei contratti di lavoro, in palese violazione all’accordo sottoscritto (sub convenzione) in data 29 marzo dal presidente della Regione Paolo di Laura Frattura e dal presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis. La mancata proroga dei contratti ha comportato un gravissimo ed irreparabile danno per l’amministrazione, per la collettività e per l’utenza in quanto non solo la P.A. perderebbe le professionalità acquisite nel corso degli anni ma anche perché, allo stato, non esistono ragionevoli soluzioni alternative che garantiscano all’amministrazione e ai cittadini, a parità di costo, la medesima qualità dei servizi offerti”.
In data odierna il dirigente dei Servizi per il lavoro ha provveduto alla comunicazione verbale di cessazione dei rapporti contrattuali facendo intervenire la DIGOS di Campobasso ai due Centri per l’Impiego e chiedendo ai lavoratori di allontanarsi immediatamente dal loro posto di lavoro.
La Provincia di Isernia nella persona del presidente dott. Lorenzo Coia – continua Pastorino –  ha siglato la medesima convenzione nella stessa seduta nella quale è stata sottoscritta quella speculare con la Provincia di Campobasso, provvedendo peraltro a darne immediata esecuzione, anche con riferimento all’art. 2, comma 6, della su menzionata sub convezione, configurandosi la procedura amministrativa di differimento dei termini di scadenza dei rapporti di lavoro del personale utilizzato per le attività di potenziamento (con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato) atto necessitato dall’esigenza di scongiurare ogni soluzione di continuità nella erogazione dei servizi all’utenza.
E’ evidente – commenta – la notevole disparità di trattamento tra i vari lavoratori“.
E’ per questo che i sindacati chiedono al prefetto di Campobasso la convocazione di un tavolo urgente di confronto tra tutte le parti interessate per il ripristino della legalità e preannunciano che in assenza della conciliazione i lavoratori, a tutela dei propri diritti e nell’interesse collettivo, occuperanno la sala Consiliare della Provincia di Campobasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: