ECONOMIA – Nativi digitali e m-commerce, di cosa si tratta?

Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro

ECONOMIA – Nativi digitali e mobile commerce hanno uno stretto legame. Ma chi sono e perché se ne sta parlando molto? La risposta alla prima domanda è piuttosto semplice perché i nativi digitali sono tutte quelle persone cresciute con le tecnologie, appunto, digitali e di solito vengono considerate tutte quelle persone nate dopo il 1985. L’m-commerce riguarda, invece, tutti gli acquisti e le vendite effettuate tramite appunto dispositivi mobile, smartphone e tablet per intenderci.

Il legame fra loro nasce dal fatto che proprio grazie ai nativi digitali l’m-commerce sta crescendo in maniera repentina, al punto tale che le vendite tramite mobile sono aumentate del 79% in appena 1 anno (dal 2014 al 2015). Questo dato è emerso da una ricerca condotta da Zanox, importante operatore online, che nel solo periodo natalizio del 2015 ha segnato vendite per ben 5,4 milioni di euro e, in appena un giorno – il black friday – ha accumulato vendite per oltre 1 milione di euro.

Il motivo di tutto questo successo è legato alle abitudini dei nativi digitali, sempre propensi ad acquistare tramite dispositivi mobile. Tutto questo ha costretto le aziende ad attuare strategie sempre più in linea con questo tipo di comportamenti. E non è un caso, infatti, se praticamente tutti i grandi brand hanno deciso di affiancare al solo sito internet anche un’applicazione da scaricare sul proprio smartphone/tablet proprio per venire incontro alle esigenze dei nativi digitali. Dai siti per la vendite online come Amazon e Zalando, fino ad arrivare a quelli di giochi online come Paddy Power casinò, tutti si sono dovuti uniformare e sviluppare apposite app per il canale mobile.

C’è da dire che questi sforzi da parte delle aziende ne hanno subito tratto vantaggio. L’Italia è, infatti, in riuscita ad inserirsi bene tanto che ad oggi riveste un ruolo decisamente importante a livello europeo se non mondiale. Nel 2015 l’m-commerce italiano ha fatto registrare un sorprendente +58% posizionandosi  al quinto posto in Europa davanti addirittura a paesi come Gran Bretagna e Germania. Al primo posto in assoluto, dunque a livello mondiale, troviamo invece il Brasile con un +138%. Ad ogni modo si tratta della crescita di un settore già molto importante considerando che le transazioni da mobile contano un importo medio di 80 euro e costituiscono il 27% di tutto l’e-commerce italiano.

Ma quali sono le “merci” più acquistate attraverso dispositivi mobile? Forse ce lo potevamo anche aspettare, sono i viaggi ad essere al primo posto nelle spese degli utenti. Gli utenti svizzeri spendono di più, in tutta Europa, per il settore travel con un valore medio di 530 euro. Anche in Italia, ovviamente, le vacanze hanno generato degli ottimi risultati, soprattutto nel periodo estivo. Ciò che sorprende, però, è quel che riguarda a livello continentale: si registrano sempre più acquisti di oggetti voluminosi come elettrodomestici per la casa e arredamento. Tra qualche anno, chissà, compreremo anche un’automobile o addirittura una casa tramite cellulare. La potenza delle nuove tecnologie sembra non avere affatto limiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: