VIABILITÀ – Due grossi “nei” di Venafro: Via San Ormisda ed il sottopasso ferroviario di Via Volturno

sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana

VENAFRO – Motivi di dissenso popolari a Venafro a seguito di due grossi “nei” cittadini. Trattasi di Via San Ormisda e Via Volturno, entrambe ricadenti in pieno centro abitato ma “impreziosite” da fattori assolutamente sgraditi a tutti.
Via San Ormisda: arteria all’ingresso est della città che porta alla frequentatissima piscina provinciale, a diverse abitazioni private, ad un quartiere assai popolato e che immette nella pianura venafrana. Ebbene, nonostante il costante e consistente traffico su gomma che quotidianamente vi si riversa, la strada è assolutamente malmessa e così stretta da provocare più di un problema a quanti vi transitano. Alle sue ridotte dimensioni si aggiungono infatti condizioni della sede stradale nient’affatto efficienti, il che vede crescere l’impossibilità di una sua comoda e tranquilla percorrenza e in parallelo la contrarietà di quanti vi abitano o la percorrono per recarsi in piscina o raggiungere abitazioni e pianura. L’altro “nero” nel cuore dell’abitato cittadino: l’oscurità nel sottopasso ferroviario di Via Volturno. Tale sottopasso, ridotto nelle dimensioni tanto che i pedoni si addossano al muro nel transitarvi per evitare di restare investiti da auto, moto e furgoni, è prevalentemente al buio per cui i pericoli per chi procede a piedi sono decisamente tanti. C’è, è vero, il percorso pedonale, ma è stretto per le carrozzine coi bimbi per cui le mamme sono costrette a non fruirne. Così come c’è l’impianto di illuminazione ma è attivo pochissime ore e più di qualche lampada è out. Due situazioni quindi assai problematiche in pieno centro urbano venafrano che richiedono interventi migliorativi della massima urgenza trattandosi di preservare l’incolumità delle persone.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: