CONSORZIO DI BONIFICA – Tributi consortili, i chiarimenti di Nola

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana

VENAFRO – In relazione alle considerazioni contenute nella lettera aperta a firma di Tonino Atella, apparsa sui media nei giorni scorsi, il presidente del Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro, Vittorio Nola, ha voluto invitare Tonino Atella ad un confronto.
Nola in una nota ha proposto “un incontro al Consorzio in maniera da poter approfondire, nel dettaglio, le tematiche sollevate”.
Non è assolutamente intenzione dell’Amministrazione – chiarisce Nola – sviluppare le proprie attività in contrasto con i propri consorziati. Nel 2016 si è dovuto avviare una nuova procedura fiscale che ci dia la certezza dell’avvenuta ricezione da parte dei consorziati delle lettere contributo e questo perché ad ottobre 2016 saranno elaborati gli elenchi per l’elettorato sia attivo che passivo. Nella primavera 2017 – continua il presidente – si svolgeranno infatti le elezioni per il rinnovo dei vertici consortili e solo chi sarà in regola con i pagamenti, non solo potrà votare, ma potrà anche candidarsi nelle apposite liste ed essere regolarmente eletto.
Governare un Ente importante per la gestione e tutela del territorio con trasparenza ed eticità di comportamento – sottolinea Nola – significa anche considerare gli interessi collettivi più rilevanti e prioritari, rispetto a discussioni che riguardano posizioni specifiche e particolari, i cui temi vanno comunque chiariti e risolti.
Del resto – aggiunge – nel corso dell’attuale gestione consortile bisogna prendere atto che sono stati varati documenti programmatici fondanti quali il Piano di classifica, il Piano di organizzazione variabile e prossimamente anche il Piano Generale della Bonifica“.
Il presidente Nola ha voluto poi precisare: “Il Consorzio pur essendo legittimato a richiedere contributi ai sensi dell’art.10 del Regio Decreto 13 febbraio n. 215 e dell’art. 860 del Codice Civile su tutti gli immobili che traggono beneficio dalle attività e dalle opere di bonifica (ivi quelle che si trovino in aree urbanizzate dell’intero comprensorio) già dal 2013 ha attivato un complesso iter di procedure amministrative, in fase di completamento, finalizzato alla ridefinizione della contribuzione – conclude – proprio rispetto a queste aree”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: