CORTE DI APPELLO – Consegnato al Quirinale il documento a difesa dell’organo giudiziario

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

 

CAMPOBASSO – E’ stato inviato oggi al Quirinale il documento a difesa della Corte di Appello di Campobasso e dei Tribunali di Larino ed Isernia, già pronto ieri in occasione della visita del Capo dello Stato a Campobasso ma che per ragioni di opportunità, così come suggerito dal Cerimoniale e dalla segretaria della Presidenza della Repubblica, è stato  ufficializzato e reso noto solo oggi. L’appello affinché l’alto presidio giudiziario di Campobasso non venga smantellato è stato recapitato a nome del sindaco di Campobasso e contiene l’adesione dell’intera regione, dagli organi istituzionali religiosi di vario livello, Comitati, agli ordini professionali, cittadini, corredato da centinaia di firme. Ovviamente precisa è stata la presa di posizione del primo cittadino del capoluogo regionale che ha così  esposto al Presidente Mattarella :<La nostra identità rischia di essere cancellata, da mesi siamo impegnati per evitare la soppressione della Corte di Appello ipotesi che rientra nella politica di riordino generale che non mettiamo in discussione ma che non può ignorare l’importanza di presidi e servizi essenziali per la nostra realtà già avvertita come periferica – puntualizza Battista – . Un impegno unitario il nostro, senza colore politico, in cui crediamo fermamente perché la paventata, cancellazione senza portare alcun vantaggio economico al Governo centrale, peserebbe come un macigno sulle spalle dei molisani. La soppressione spazzerebbe via altri presidi giudiziari e paragiudiziari con effetti devastanti su tutto il tessuto socioeconomico. Ci appelliamo, dunque, alla sua sensibilità ponendo alla sua autorevole attenzione il documento condiviso da tutti>. Un passaggio importante lo fa anche il presidente della Giunta regionale Paolo Di Laura Frattura che a proposito della ridefinizione delle realtà locali secondo numeri e riferimenti algebrici osserva:<Se la chiave di lettura è che nella consapevolezza non tutto sia più sostenibile e che tutto deve solo essere la proporzione e chiaro che ogni nostra istituzione rischia di non avere ragione di essere. In questa regione le ragioni di essere sono tante come quelle per difendere il presidio della giustizia accessibile a tutti i cittadini, mettere in discussione la sorte di Appello di Campobasso significherebbe indebolire ulteriormente chi è già debole>.        Al. Cia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: