SANITA’ – Pastore: “Basta a questa classe politica indecente”

pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA – E’ tutto pronto per la grande manifestazione in difesa della sanità pubblica di Campobasso che si svolgerà questo pomeriggio a partire dalle 17.30.  Un ultimo appello alla partecipazione arriva oggi dal candidato sindaco al Comune di Isernia, Lucio Pastore, da sempre impegnato nella difesa dell’Ospedale Veneziale.
Continua l’opera di smantellamento del servizio pubblico. Ora – ricorda sulla sua pagina Facebook – anche i pazienti diabetici, che sono tanti, saranno privati del servizio ad Isernia. Hanno distrutto il Pronto Soccorso della nostra città costringendo molti colleghi ad andare via per aver creato condizioni insopportabili di lavoro anche se era possibile fare altre scelte. Hanno distrutto il reparto di medicina con la stessa identica tecnica.
Hanno smantellato gli ospedali di Venafro e Larino senza riconvertirli e senza creare una medicina territoriale alternativa. Stanno cedendo tanti spazi, con convenzioni ai privati.
Distruggono completamente il Cardarelli di Campobasso, che è la testa del sistema, cedendo reparti a privati e riducendo posti letto in tutte le specialità. Rimane, il Cardarelli, punto di riferimento per le urgenze ma viene privato della neurochirurgia così i pazienti politraumatizzati dovranno essere trasportati da un ospedale all’altro per essere curati.
In tutto questo – afferma il medico – c’è sicuramente una enorme incapacità tecnica del personale scelto e selezionato a dirigere L’ASREM. Ma c’è essenzialmente la volontà politica, non di correggere le distorsioni clientelari del passato, che continuano ad essere protette a tutti i livelli, ma di favorire la distruzione del servizio pubblico per permettere ai privati convenzionati amici di lucrare sempre più sui 600 milioni circa trasferiti dal governo centrale.
Non i cittadini sono posti al centro dei bisogni da soddisfare, ma il profitto di pochi. I costi di queste scelte saranno sempre più riversati sui cittadini e non tutti potranno curarsi.
La chiusura dell’ambulatorio di diabetologia è  l’ultimo atto, ad Isernia, dell’arroganza di questo potere che se ne frega dell’esigenze dei pazienti“. Poi l’appello ai cittadini:
“Oggi tutti  a Campobasso per fermare questa deriva del diritto alla salute e per dire a questa classe politica indecente: “ora basta!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: