MORTE IACOVONE – Medico isernino assolto in Appello

pasta La Molisana
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

ISERNIA –  “Il fatto non costituisce reato”. Assoluzione confermata in Appello per il medico isernino Pietro Campellone, rimasto coinvolto nella vicenda della morte di Giuseppe Iacovone, il poliziotto di Capriati al Volturno deceduto nel marzo 2012, a seguito di un incidente stradale, mentre era in servizio a bordo della volante. Aveva solo 28 anni.
L’incidente avvenne sulla statale 85, all’altezza di Macchia di Isernia; la Volante della Polizia finì contro un tir mentre inseguiva un Suv, guidato dal medico isernino. Fatale un sorpasso azzardato.
La decisione dei giudici è arrivata oggi pomeriggio, intorno alle 17, e conferma l’assoluzione di primo grado. La formula allora fu:”Il fatto non sussiste”.
I reati contestati  a Campellone erano resistenza a pubblico ufficiale e morte derivante da un altro delitto. L’accusa aveva insistito per la condanna, così come anche le parti civili: la famiglia del poliziotto deceduto, l’altro agente che era sull’auto, rimasto ferito, e il ministero dell’Interno. La vicenda approderà ora in Cassazione. “Ci rivolgeremo alla Suprema Corte – annuncia l’avvocato Arturo Messere, legale della famiglia Iacovone – e comunque si apre la strada per una causa civile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: