PATTO PER IL MOLISE – Coia: “Una buona programmazione”

vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA – “A latere dell’incontro del 20 maggio scorso del Tavolo permanente tra la Regione e le parti economiche e sociali, per la presentazione del Patto per il Sud per il Molise, non possiamo che esprimere un giudizio positivo per il merito e per il metodo delle scelte adottate“. Lo afferma il presidente della Provincia di Isernia Lorenzo Coia, che promuove il lavoro svolto dalla Regione.
In una regione storicamente disabituata a logiche di programmazione condivisa sulle scelte strategiche – continua Coia – l’avvio di una fase di elaborazione partecipata di linee di sviluppo che rilancino investimenti e occupazione è stata una innovazione nel metodo e nel confronto con il partenariato pubblico e con i portatori di interessi locali. Così intorno alle 5 aree di intervento individuate: Ambiente e territorio, Sviluppo economico e produttivo, Turismo e Cultura, Innovazione formativa, Infrastrutture e nel merito alle scelte di rilancio delle diverse aree territoriali, rifuggendo da logiche campanilistiche e da interventi a pioggia che hanno caratterizzato il passato (vedi  art.15 del marzo 2003), si sono condivisi asset strategici”.
Un giudizio positivo Coia lo dà anche “alle nuove risorse del FSC 2014/2020 (378 milioni) destinate agli investimenti, di cui 69 milioni da spendere entro il 2017.
Una massa finanziaria di 722.7 milioni a cui si vanno ad aggiungere i fondi dell’area di crisi complessa e gli ulteriori fondi, scorporati dal primo lotto dell’Autostrada in Molise che verranno dirottati dal CIPE al tratto Venafro- Mignano Monte lungo per collegare il Molise alla A1″.
Il presidente della Provincia definisce “innovativo e strategico il finanziamento di percorsi formativi (23 milioni) tesi alla valorizzazione della formazione universitaria in segmenti legati alle peculiarità del territorio ( turismo eno-gastronomico, agraria, beni culturali) e l’investimento su turismo e cultura 108.9 milioni legati alla promozione di un turismo di nicchia (ambientale, ricreativo, sportivo e del benessere e all’albergo diffuso)”.
Sul versante infrastrutture la provincia di Isernia vedrà finanziate opere incompiute: la diga di Chiauci (10 milioni e altri 15 Abruzzo),  la F.V. Fresilia (40 milioni), il completamento impianto depurazione del consorzio industriale di Pozzilli-Venafro (0,5 milioni) e il monitoraggio dell’inquinamento dell’aria di Venafro (7 milioni totali) , elettrificazione primo tronco Roccaravindola-Isernia (15 milioni) per un totale di 72.5 milioni che si vanno ad aggiungere a quelli dell’APQ viabilità II atto integrativo del 15/11/2015 (totale 99.5 milioni) , la riprogrammazione del tratto Venafro- Mignano Monte lungo ( 200 milioni ), il completamento della F.V. Sangro ( S. Angelo del Pesco-Val di Sangro ) della regione Abruzzo.
Altri importanti finanziamenti sul sistema Molise sulla banda ultra larga ( 37 milioni ) sulle infrastrutture sanitarie ( 15 milioni ) sull’efficientamento energetico enti pubblici (30 milioni ).
Toccherà adesso ai vari soggetti attuatori velocizzare al massimo le procedure – commenta Coia – per spendere in fretta le varie risorse assegnate per ridare fiato all’economia e attrarre ulteriori investimenti nella nostra Regione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: