ARCHEOLOGIA – Scavi di Pietrabbondante, ecco come contribuire alle attività di ricerca

vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

PIETRABBONDANTE – L’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte, fondato nel 1918 con sede a Roma, è impegnato da 14 anni nelle attività di scavo, restauro e ricerca scientifica presso il Santuario Sannitico di Pietrabbondante.
Si è avvalso del supporto di archeologi e restauratori professionisti nonché di studenti provenienti da tutto il mondo, sotto la guida del prof. Adriano La Regina e in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica del Molise.

Nel gruppo di lavoro figurano molti giovani archeologi volontari, impegnati da anni in uno scavo che ha restituito straordinarie ed uniche evidenze archeologiche: la domus publica, nella cui area i lavori devono insistere per portare a termine le indagini e numerosi altri settori, che hanno evidenziato le potenzialità del più importante centro politico cultuale dell’Italia preromana.
Una nuova struttura templare – affermano gli studiosi – è stata individuata e indagata in un’area fino ad allora non esplorata, aggiungendosi al complesso teatro-tempio e al tempio minore. Tale indagine, per mancanza di fondi e non di volontà, potrebbe concludersi senza veder compiuto tutto il lavoro di studio e ricostruzione di queste strutture”.
Da qui la campagna di crowdfunding “Rock Samnium: an archaeological project“, una raccolta fondi online volta a raggiungere due obiettivi:
da un lato sostenere le spese necessarie per lo studio dei materiali in laboratorio e le relative analisi scientifiche, al fine di divulgare le importanti scoperte di questi anni, dall’altro proseguire l’indagine archeologica sul campo nei mesi di Luglio e Agosto 2016.
“In particolare tali indagini  – continuano i giovani archeologi volontari – interesseranno la domus publica e l’area del nuovo tempio; ci permetteranno inoltre di aprire nuovi saggi esplorativi, poiché il sito presenta evidenze archeologiche estese per oltre 40 ettari, indagati ad oggi solo per il 25%. Operai specializzati, mezzi meccanici, assicurazioni, vitto e alloggio dell’équipe saranno alcune delle spese fondamentali che, tramite il vostro aiuto, sarà possibile sostenere”.
Ad oggi sono già stati raccolti 6,365 euro dei 30.000 necessari e manca solo un mese alla scadenza dell’iniziativa. Tutti possono  contribuire con una piccola offerta. Per farlo, ed è importante, è possibile collegarsi al sito del progetto: https://www.indiegogo.com/projects/rock-samnium-an-archaeological-project–2#/

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: